Login With Facebook
LOGIN / REGISTRATI

WATA - box

Accendi Spegni Suono Opzioni Emoticon Storia FAQ Kide Chat

Impe: Pete ti ho risposto.
deviljunior: Souther, purtroppo supererà abbondantemente i 300€ XD
fabiohnk5: Serena Serata a Tutti Voi !
fabiohnk5: Ciao Stefano Ben Trovato!
Impe: Ciao Fabio! Come va?
fabiohnk5: Splendidamente Grazie!
Souther: Impe prima di accedere al sito il criceto che gira e manovra la connessione ci rimane secco.come mai è così lenta la visualizzazione?
Impe: Ciao ragazzi :)
Impe: Souther che browser usi?
fabiohnk5: Felice Giornata a Tutti Voi !
fabiohnk5: Ciao Stefano
Impe: Ciao mitico!
argon: salve peoples,di ritorno dai miei viaggioni extragalattici per darvi un saluto . :ciao:
Impe: Ciao Argon :)
argon: ciao Impe.Hai visto Fist of the North star su RAI4 domenica notte?Di sicuro lo replicano prima o poi...
Impe: No Argon, purtroppo me lo sono perso. Rimedierò prossimamente. :)
Ospite_6127: lo rifanno sta notte all'una e venti sempre su rai4
Impe: Grazie, straniero! :lol:
argon: azz...di nuovo cosi' tardi...ci vorra' una caraffa di caffe' al cioccolato...oggi sono particolarmente sfiaccato...
MrTtinita79: Ciao, ma qualcuno ci sta giocando ?
Impe: Parli di Ken's Rage 2?
Ospite_1050: Ragazzo, se volessi comprare il manga intero da 27 volumi in blocco quanto verrebbe a costare?
Ospite_6057: Ciao a tutti , io le ho finiti entrambi questi due bellissimi games !
Ospite_6057: Ciao a tutti , io le ho finiti entrambi questi due bellissimi games !spero che ci sia il terzo...
Impe: Speriamo! :)
deviljunior: ciao ragazzi!
Impe: Ciao a tutti! Felice settimana. :)
Impe: Per chi non ha potuto vederlo in TV: «link»
EdgeMaverick92: C'e anche chi NON ha voluto vederlo IMPE lol, certi abomini non meritano neanche si essere guardati, se proprio uno vuole farsi due risate puo guardarsi la recensione di Yo Tobi del suddetto film, davvero esilarante xDDD
EdgeMaverick92: Comunque colgo l'occasione per salutare tutti gli utenti del sito :)

Ultimo Messaggio 6 ore 28 minuti fa


Nome:
Messaggio:


Follow us!

FacebookTwitterYoutubeDeviantartGoogleFeed

Chi è Online

We have 2666 guests and 0 members online

    Newsletter

    Sito online dal:16/03/2005
    Versione 7 online dal: 27/08/2011
    WebMaster: Impe

    Hokuto no Ken
    by Tetsuo Hara & Buronson
    Shueisha - Toei Animation








    Translation




    HokutonoKen.it HokutoLegacy.com HokutoDestiny.com

    Dal Forum



    Random Images

    Il ritorno di Kenshiro - Il film live action in italiano

    il ritorno di Kenshiro

    Come promesso, arriva sul canale YouTube di Hokuto Destiny il film IL RITORNO DI KENSHIRO in versione completa!



    Si tratta dell'assurdo live action del 1995 dal titolo Fist of the North Star riproposto IN ITALIANO su RAI4 qualche settimana fa.
    Riuscire ad acquisire il film per condividerlo con voi tutti è stato un compito arduo, fatto di innumerevoli tentavi con svariati accrocchi e secoli di editing per sincronizzare l'audio con il video.
    Tutto questo per dovere di cronaca, perchè mamma RAI con l'adattamento di questo film compie un'impresa da ricordare, da tenere lì come esempio da NON seguire.
    Un lavoro che ci lascia comunque un insegnamento: Non cimentatevi su cose di cui non sapete nulla, altimenti fate la fine di questi.

               

    LO STAFF ITALIANO

    Edizione italiana: Leopoldo Santovincenzo
    Coordinamento Edizione: Violetta Parodi
    Adattamento dialoghi italiani: Emanuela D'Amico
    Direzione del Doppiaggio: Isabella Pasanisi
    Assistente al Doppiaggio: Viviana Barbetta

    LE VOCI

    Ryuken: Rodolfo Bianchi
    Kenshiro: Andrea Mete
    Shin: Marco Vivio
    Julia: Domitilla D'Amico

    Realizzato nello stabilimento di Doppiaggio Rai presso il CRF di Roma via Asiago 3


    I HAVE NO IDEA WHAT I'M DOING

    Entrando nel merito del lavoro svolto da Isabella Pasanisi e il suo staff, la cosa che subito salta all'orecchio è la traduzione letterale dei termini North Star e Southern Cross, rispettivamente con Orsa Maggiore e Croce del Sud. Quindi Hokuto e Nanto non vengono proprio menzionati nel film.
    NESSUNO DELLO STAFF è arrivato a capire che North Star e Southern Cross sono i nomi con cui gli americani indicano Hokuto e Nanto?! Eccheccaxxo!

    Poi vai sul sito di RAI4, nella pagina di presentazione del film e leggi:

     Fist of the North StarUn futuro post-apocalittico fa infatti da sfondo allo scontro tra il coraggioso Kenshiro, ultimo discepolo della scuola dell’Orsa Maggiore – traduzione letterale di quella nota ai fan dell’anime come Divina Scuola di Hokuto – e il perfido Shin, maestro della scuola della Croce del Sud – la Sacra Scuola di Nanto.      

    Cioè, rendiamoci conto... i gestori del sito che correggono il lavoro fatto in sede di doppiaggio. Eccheccaxxo! (2)

    L'apoteosi si raggiunge quando ti sbagliano persino la frase per eccellenza, il marchio di fabbrica, la formula magica simbolo dell'universo di Hokuto: il "TU SEI GIÀ MORTO!" di Kenshiro diventa "IO TI HO GIÀ UCCISO!". In quel momento lo schifo che provi per aver sentito questo abominio, supera quello che hai provato, pochi istanti prima, nel vedere lo Hokuto Hyakuretsu Ken alla Gary Daniels maniera... e allora comprendi veramente la maestosità trash dell'adattamento italiano.

    GRANDISSIMI!!

    Le voci sono sicuramente l'unico aspetto positivo di tutta la faccenda. Ho particolarmente apprezzato il Kenshiro di Andrea Mete, figlio di Marco, colui che nell'anime di Ken il guerriero ha prestato la voce a personaggi indimenticabili come Toki, Ryuga, Juza, Ain (e molti altri).

    Tirando le conclusioni, l'adattamento RAI del film Fist of the North Star è qualitativamente alla pari, se non pure peggio del film stesso. Questo live action resta comunque una pellicola di livello infimo che definire B-Movie è già un complimento. Anzi, possiamo addirittura ritenerci fortunati che a questo manipolo di improvvidi operai del doppiaggio abbiano affidato un prodotto che ha ben poco da spartire con l'opera originale.

    ryuken-carcassa
                                               ZOMBIES! ZOMBIES EVERYWHERE!

    Un saluto dalla carcassa parlante di Ryuken!



    Jagi - Il Fiore Malvagio: dal 4 dicembre poi tocca a Juza

    jagi-il-fiore-malvagio

    Dopo TOKI - IL SANTO D'ARGENTO, il 4 dicembre arriva su Planet Manga il perverso Jagi, con lo spin-off in due volumi  JAGI – IL FIORE MALVAGIO (titolo originale Jagi Gaiden - Gokuaku no Hana,  ジャギ外伝 - 極悪ノ華, La Storia Parallela di Jagi - Il Fiore del Male). Anche questa storia, disegnata dal visionario mangaka giapponese Shinichi Hiromoto, sarà disponibile sia in edizione da edicola che DELUXE da fumetteria (con sovraccoperta).

              
    JAGI – IL FIORE MALVAGIO 1 (DI 2)
    di Shinichi Hiromoto
    4 dicembre 13×18, B., 192 pp., b/n Euro 4,50 / Euro 6,50 Edizione Deluxe con sovraccoperta

    Gira per il mondo devastato dalla guerra nucleare spacciandosi per Kenshiro: è Jagi, il vero antieroe della saga di Ken il Guerriero! Un pazzo scatenato che va a
    caccia dei più deboli e dei suoi fratelli minori! Scoprite la sua storia e come questa sia legata a doppio filo con quella della Divina Scuola di Hokuto.     
                       

    E A GENNAIO ARRIVA JUZA GAIDEN

    juza-gaiden-planet-manga

    Al Romics 2014, Panini Comics ha annunciato anche lo spin-off su Juza, dal titolo Juza Gaiden - Houkou no Kumo (ジュウザ外伝 - 彷徨の雲, La Storia Parallela di Juza - La Nuvola Errabonda).  La prima uscita (di 2 volumi) è prevista per Gennaio 2015.

     
    KEN LA LEGGENDA - JUZA

    L'attesissimo gaiden che rivela il passato del più forte dei cinque Astri di Nanto: Juza! Un nuovo capitolo della leggenda dell'universo di Ken il guerriero! Disponibile in doppia edizione, standard e deluxe con sovraccoperta.
    [2 vol., conclusa, mensile, €4,50 (ed. standard da edicola)/ € 6,50 (ed. deluxe solo per fumetterie)

      


    HokuTOP - Parole che lasciano il segno

    HokuTOP - Parole che lasciano il segno

    Inauguro oggi una nuova rubrica del sito: HokuTOP!!

    Di cosa si tratta?

    Avrete sicuramente dedotto che il titolo nasce dalla fusione di Hokuto e TOP, quindi l'idea è quella di proporvi periodicamente degli spunti di riflessione sul corposo universo di Hokuto, grazie ad approfondimenti che verranno organizzati nella forma di raccolte o classifiche.
    Partiamo da uno degli aspetti più affascinanti di Hokuto no Ken, ovvero gli insegnamenti che l'opera riesce a comunicare attraverso le parole dei meravigliosi personaggi che l'hanno resa leggendaria.
    Pagina dopo pagina, il manga si popola di uomini veri, personaggi con le "palle cubiche" (cit.), capaci di lasciare un segno nel lettore con la forza dei loro messaggi.
    Parole che, a distanza di tanti anni, risultano sempre attuali. Delle vere e proprie pietre miliari a cui tutti dovrebbero ispirarsi.
    Un grosso grazie a Peter per le traduzioni dal giapponese.


    ORGOGLIO

    Quando si parla di orgoglio in Hokuto no Ken, non si può non parlare del Dominatore di Fine Secolo: Raoh!


    1 - L'orgoglio rende uomini!

    心魅かれた女の情けは男にとって最大の屈辱!!
    Per un uomo, non c’è umiliazione più grande che ricevere pietà dalla donna amata! (RAOH)

    01-raoh

    Dal capitolo 126 - "Offerta sacrificale al Demonio" (魔王への犠牲! Maou e no Gisei!).

    Raoh è uscito spaventato e sconfitto, dallo scontro con Kenshiro al Palazzo dell'Ultimo Generale di Nanto ma, grazie all'inettitudine di Rihaku, riesce comunque a portare con sè Yuria.  Presso la sua dimora, il Re del Pugno, sperimenterà la paura anche in sogno, e svegliatosi bruscamente, si renderà conto di essere stato oggetto delle cure amorevoli della stessa Yuria, che ha provveduto a curargli le ferite. Raoh arriva a considerare quel gesto sincero come un affronto, lo sguardo compassionevole di Yuria lo trafigge come una lama.
    Un uomo, un vero uomo, in virtù del suo orgoglio vuole sempre mostrarsi forte agli occhi della donna che ama.

     

    2 - Tutti gli essere umani devono avere dignità e amor proprio!

    意志を放棄した人間は人間にあらず!ただ笑いと媚に生きて何が人間だ!
    Se si rinuncia alla volontà, non si è più uomini! Vivere solo sorridendo non è degno degli essere umani! (RAOH)

    02-raoh

    Dal capitolo 107 - "Prova di umanità!" (人間の証!Ningen no Akashi!).

    Uno dei momenti emotivamente più forti del manga (e riproposto poi nella serie animata): Raoh e Ryuga giungono in un villaggio i cui abitanti, dinanzi alle violenze dei soldati del Re, si limitano a sorridere e resistere passivamente. Il Re di Hokuto proverà quindi a scatenare una reazione nell'animo di quella gente, prendendo per il collo un bambino indifeso. Persino il piccolo, percorso da brividi di vero terrore, si limiterà a sorridire di fronte alla paura della morte.
    Al decano del villaggio, guida spirituale di quel gruppo di persone, Raoh rifilerà prima un ceffone per poi disintegrarlo con il suo terribile pugno.

    In questa scena c'è tutta la dirompenza caratteriale di uno dei più grandi personaggi della storia dei manga. Un conquistatore inarrestabile che non sopporta l'apatia, e vuole che i suoi stessi sudditi siano capaci di lottare per difendere la loro dignità. Combattere, combattere sempre... chi non lo fa è già morto.

    Come può definirsi vivo un uomo che si limita a sorridere passivamente ai soprusi? Solo una vita vissuta con orgoglio può essere considerata tale.


    DETERMINAZIONE

    La determinazione è il biglietto da visita di molti dei protagonisti di Hokuto no Ken: buoni o cattivi non fa differenza, quello che conta è non tirarsi mai indietro!


    3 - La determinazione di chi è al di sopra di tutti!

    おれはアリの反逆も許さぬ!
    Non permetto neanche alle formiche di ribellarsi! (SOUTHER)

    03-souther


    Dal capitolo 90 - "La triste stella della benevolenza!" (悲しき仁星! Kanashiki Jinsei!).

    Il Sacro Imperatore, liquida facilmente il malcapitato Shu e si appresta a sacrificarlo sul Mausoleo a Croce. Nessuno può permettersi di ribellarsi a Souther senza pagarne le conseguenze, qualsiasi tentativo di insurrezione viene represso con la violenza.
    La determinazione di Souther è quella di chi ha imposto il potere con la forza e di chi sa, che una dittatura, può reggersi unicamente sulla repressione di qualsiasi forma di ribellione.
    Un personaggio quindi, pienamente calato nei panni del Seitei, deciso a non concedere nemmeno un centimetro ai suoi avversari.
    Non si può detenere la carica di Imperatore senza la necessaria determinazione, è necessario usare le maniere forti per eliminare tutti gli oppositori.


    4 - La determinazione di chi sa cosa significa essere un uomo!

    男はおのれのためにのみ生きず!!
    Ci sono uomini che non vivono solo per se stessi! (SHACHI)

    04-shachi

    Dal capitolo 168 - "Prologo: Caccia agli Shura"  (修羅狩り序章, Shura Kari Joshou).

    Shachi affronta il Governatore Kaiser, per portargli via Lynn. Il suo intento è quello di usare la ragazza per arrivare a Kenshiro, che nel frattempo ha attraversato il Mare della Morte proprio per trarla in salvo. Kaiser non può credere che, solo per una donna, un uomo possa decidere di recarsi nella sanguinaria Terra degli Shura.
    Un uomo non vive unicamente per soddisfare i propri egoistici desideri. Se non è in grado di protegge le persone che ama, allora non può essere considerato un vero uomo.


    5 - Difendere con determinazione le proprie convinzioni! (1)

    わが生涯に一片の悔いなし!!
    Della vita che ho vissuto non ho alcun rimpianto! (RAOH)

    05-raoh

    Dal capitolo 136 - "Addio, amici!" (さらば強敵よ! Saraba Tomo Yo!)

    Raoh è definitivamente sconfitto da Kenshiro.
    Il grandissimo Re del Pugno si congeda alla sua maniera: determinazione a fiumi anche nell'ultimo istante di vita terrena.
    Solo chi è forte e fermo nelle proprie convinzioni, può affermare di aver condotto una vita senza rimpianti.
    Un altro grande insegnamento ci viene così dato da questo personaggio straordinario: vivi la tua vita pienamente e insegui i tuoi obiettivi, senza mai voltarti indietro!



    6 - Difendere con determinazione le proprie convinzioni! (2)

    たとえ転地逆となってもおのれの道は変えぬ!!

    Anche se il cielo e la terra si dovessero invertire, non abbandonerò mai la mia strada! (KAIOH)

    06-kaioh

    Dal capitolo 209 - "Il fuoco infernale dell'ossessione si spegne!" (執念の業火果つ! Shuunen no Kouga Hatsu!).

    Kaioh è testardo e caparbio come suo fratello minore. Il momento in cui raccoglie le forze, per tentare un ultimo disperato attacco a Kenshiro, è emblematico della tenacia dei diversi dominatori che incontriamo nell'opera di Buronson e Hara.
    Un uomo non devia mai da ciò in cui crede. Un uomo ha il coraggio di restare fedele alle sue incrollabili convinzioni.


    7 - Difendere con determinazione le proprie convinzioni! (3)

    ひ・・・退かぬ!!媚びぬ!!省みぬ!!
    Io... non mi arrenderò mai! Non mi piegherò a nessuno e non avrò ripensamenti! (SOUTHER)

    07-souther

    Dal capitolo 97 - "Morire per un amore profondo!" (愛深きゆえに堕つ! Ai Fukaku Yueni Otsu!)
    Il Sacro Imperatore ci dimostra come un uomo che si definisce tale, resta sempre fedele a se stesso e ai suoi ideali.
    Anche in questo caso il villain della situazione è praticamente sconfitto da Kenshiro, ma nonostante tutto, la forza della determinazione lo spinge a provare un ultimo disperato attacco.
    Le parole di Souther sono quelle di chi è pronto a morire, di chi anche di fronte ad una situazione disperata non arretra, anzi reagisce con la consapevolezza della propria storia personale.


    GRANDI VERITÀ

    Le verità assolute: incredibili perle di saggezza!


    8 - La verità alla base di tutte le battaglie!

    激流を制するは静水
    L'acqua calma è in grado di fermare la corrente impetuosa! (TOKI)

    08-toki

    Dal capitolo 68 -  "Un destino di sangue" (血を呼ぶ宿命! Chi o Yobu Shukumei!).

    Dice Lao Tzu, il padre del Taoismo: il morbido vince il duro.

    "Nel mondo, nulla e più leggero e delicato dell'acqua,
    ma per corrodere ciò che è duro e forte,
    nulla è più potente dell'acqua.
    Il debole vince il forte e il tenero vince il duro:
    sono cose che tutti conoscono,
    ma che nessuno vuole mettere in pratica."

    Il Taoismo ha influenzato, in maniera determinante, la genesi e lo sviluppo di diverse arti marziali. Tra queste vi è anche il Ju-Jitsu (柔術, La dolce arte) antica pratica di combattimento giapponese a cui si sono ispirati Buronson e Hara per lo stile di Toki. La chiave dello Ju-Jitsu è l'idea di base che non bisogna rispondere alla forza dell'avversario con la propria forza, bensì veicolare la forza dell'oppositore in modo che gli si ritorca contro. Bisogna quindi applicare una determinata tecnica nell'ultimo istante dell'attacco subito, con sinuosità e morbidezza, in modo che l'avversario non percepisca alcuna difesa, e trovi davanti a sè solo il vuoto. Così il morbido vince il duro!
    La forza spesso non è la risposta alla forza. Anche nelle situazioni di tutti i giorni, bisogna prima considerare con attenzione tutti gli aspetti di ciò che si va ad affrontare, piuttosto che lanciarsi in avanti a testa bassa.


    9 - La verità dell'amore, con cui tutti noi ci confrontiamo!

    愛ゆえに人は悲しまねばならぬ!愛ゆえに人は苦しまねばならぬ!!

    Nel nome dell'amore gli uomini si rattristano! Nel nome dell'amore gli uomini soffrono! (SOUTHER)

    09-souther

    Dal capitolo 94 - "Nel nome dell'amore"  (愛ゆえに! Ai Yueni!).
    Il rapporto infelice tra Souther e quel dolce sentimento chiamato amore, è ben sintetizzato dalle sue parole.
    Il Seitei ha vissuto un'esistenza all'ombra dell'amore, proprio perchè è stato costretto a rinunciare all'unica persona che avesse amato fino ad allora, ovvero il Maestro Ogai.
    Le parole così dure e pessimistiche di Souther, rappresentano comunque una verità assoluta e innegabile.
    I sentimenti di un'altra persona non si possono controllare, e questo causa l'infelicità di chi non può raggiungere l'amore a cui tanto anela.


    10 - La verità che si applica a qualsiasi organizzazione!

    腐った枝は大木をもゆるがす!
    Un ramo malato può far tremare anche un grande albero. (RYUGA)

    08-ryuga

    Dal capitolo 106 - "Il prezzo della fedeltà!" (忠誠の代償! Chuusei no Daishou!)

    Ryuga fa pulizia di balordi sotto gli occhi di Kenshiro. Da fedele servitore di Raoh, porta avanti il progetto del Re del Pugno: quello di costruire un'epoca in cui un dominatore dotato di immenso potere possa porre fine al caos e dare stabilità al mondo. Ecco perchè, nel portare avanti questo ambizioso ideale, nessun errore deve essere lasciato impunito.
    Anche il minimo turbamento può far vacillare una gigantesca organizzazione, nemmeno il dettaglio all'apparenza più insignificante, va sottovalutato.



    9 - Il dolore per la perdita di chi amiamo, sorpassa di gran lunga il dolore fisico.

    この傷の痛みは一瞬だがあんたを失った痛みは一生残る。

    Il dolore causato da queste ferite è momentaneo, ma avrei rimpianto la tua morte per tutta la vita! (KENSHIRO)

    09-kenshiro

    Dal capitolo 118 - "Io non conosco la morte!" (われ死を知らず! Ware Shi o Shirazu!)

    Kenshiro ha appena salvato la vita a Fudo e ai suoi bambini, tirandoli fuori dalle sabbie mobili in cui il malvagio Hiraku li aveva costretti.
    Il Successore della Divina Scuola di Hokuto è stato ferito numerose volte, prima di riuscire a portare a termine con successo l'operazione di salvataggio.
    Avendo sperimentato più e più volte il dolore della perdita, sa bene che la sofferenza causata da quelle freccie non è paragonabile alla sofferenza dell'anima che sarebbe scaturita dalla perdita di Fudo.
    Un grande insegnamento che solo chi ha perduto una persona cara può comprendere pienamente: si può convive con il dolore della perdita, ma non si dimenticano mai le persone che abbiamo amato.
    Le ferite del corpo alla fine guariscono, ma le ferite del cuore non si rimarginano così facilmente... la cicatrice che ci lascia la perdita di una persona cara è molto profonda.


    10 - La verità del vincitore: colui che ha raggiunto la vetta.

    哀しみを知らぬ男に勝利はないのだ!!
    La vittoria non appartiene a chi non conosce la tristezza! (FUDO)

    10-fudo


    Dal capitolo 130 - "Lo spirito che supera il corpo!" (肉体を越える魂! Nikutai o Koeru Damashii!)

    Fudo, ormai prossimo alla morte, spiega a Raoh perchè non potrà più battere Kenshiro.
    Kenshiro, lungo il suo cammino ha visto morire molti amici ed avversari, egli è pienamente consapevole di quale sia il peso di ogni vittoria.
    Un vero vincitore si fa carico della tristezza dei suoi avversari, perchè alla vittoria si giunge solo attraverso le lacrime dei vinti.
    Kenshiro ricalca l'ideale buddhista del bodhisattva: colui che raggiunge l'Illuminazione attraverso lo sviluppo della bodhicittà assoluta. Il motore di questo cammino verso il risveglio è la grande compassione, cioè il desiderio di voler liberare dalla sofferenza tutti gli esseri senzienti. La grande compassione si rivolge davvero a tutti, in maniera indistinta, senza fare differenze tra amici o nemici (proprio come avviene per il nostro Ken).
    Non ci può essere vittoria, senza la consapevolezza che, in ogni caso, sarà la tristezza la vera vincitrice.


    Ken il guerriero - Le origini del Mito DELUXE - VOLUME 1

    ken-le-origini-del-mito-deluxe-01-news

    Da qualche giorno è disponibile in fumetteria l'edizione DELUXE di Ken il guerriero - Le Origini del Mito, il manga ambientato nella Shanghai degli anni 30 e che vede come protagonista Kenshiro Kasumi, antenato del Kenshiro di Hokuto no Ken.
    Souten no Ken (蒼天の拳, Il Pugno del Cielo Azzurro) è questo il titolo originale della serie che ha visto la luce sul primo numero dell'allora neonato Weekly Comic Bunch, nel lontano maggio del 2001.

    LA GENESI DI SOUTEN NO KEN

    Souten no Ken - Tetsuo Hara e Nobuhiko Horie

    Per meglio comprendere i motivi che hanno spinto Tetsuo Hara e Nobuhiko Horie a tornare a lavorare sotto l'egida dell'Orsa Maggiore, ripropongo un estratto dell'intervista rilasciata in occasione del Japan Expo 2013.

    Maestro Hara, ha deciso di ritornare molti anni dopo sul mondo di Ken, spostando questo universo in un'epoca diversa, attraverso la serie Souten no Ken. Cosa vi ha spinto a tornare su questa saga? In cosa è stato diverso? Sappiamo per esempio che Buronson era meno coinvolto in questo progetto. Che cosa ci può dire?

    Tetsuo Hara: La genesi di Souten no Ken è abbastanza complessa, devo tornare un pò indietro per spiegare. Quando ho finito Hokuto no Ken, avevo 27 anni, mentre ne avevo 39 all'inizio di questa nuova serie. Nel frattempo, sono successe tante cose, in particolare alcuni problemi con Shueisha. Siamo stati messi da parte, considerati vecchi e inutili. Il signor Horie ha dovuto lavorare su altre riviste che non avevano molto a che fare con il manga, nè io nè lui non eravamo felici di questa situazione. Ci siamo sentiti come piazzati su un seggiolino eiettabile e abbiamo deciso di prendere il toro per le corna, fondando la nostra casa editrice. Questa è stata una vera sfida e siccome eravamo conosciuti per Hokuto no Ken, cosa c'era di meglio che tornare verso quell'universo per dare il via alla rinascita? Così è nato Souten no Ken. L'esclusione del signor Buronson è dovuta ai problemi di questa nuova avventura. Ci siamo lanciati in un vero e proprio azzardo e abbiamo voluto preservarlo dalla conseguenze di un insuccesso. Così lo abbiamo tenuto lontano dal progetto per il suo bene.

    Nobuhiko Horie: In effetti, io mi sono occupato della sceneggiatura di Souten no Ken. Non vengo menzionato nei crediti per motivi legali, ma sono io che ho creato questa storia. Inoltre, il tema di questo spin-off è molto diverso rispetto alla prima serie. Questa volta, abbiamo voluto mostrare come un uomo possa lasciarsi tutto alle spalle per andare a compiere la sua vendetta.

    RIASSUMENDO: Tetsuo Hara e Nobuhiko Horie non si sentono più valorizzati dalla casa editrice SHUEISHA e decidono che è ora di cambiare aria.
    Già negli anni 90 però, i rapporti tra Hara e "la casa madre" si erano incrinati. Pare che dopo aver concluso la pubblicazione di Hana no Keiji, i vertici della SHUEISHA rinfacciarono al Maestro di aver perso il tocco magico e di non essere più un grado di replicare il planetario successo di Hokuto.
    Era in corso una sorta di guerra fredda tra il mangaka e la SHUEISHA, che toccò il momento di massima tensione quando nel 1998, Hara decise di rivendere i diritti di Hydra. Questo episodio fu visto come un tradimento dalla casa editrice che lo aveva consacrato nell'Olimpo degli Artisti.
    Così nel 2000, è Horie che prende l'iniziativa (tanto per cambiare) e lascia il suo ruolo di caporedattore del Weekly MONTHLY SHONEN, con l'obiettivo di formare una società di produzione ambiziosa, capace di distinguersi nel mercato dei manga. Nel progetto sono coinvolti, oltre all'inseparabile amico Tetsuo Hara, altri due mangaka ovvero Tsukasa Hojo (City Hunter) e Ryuji Tsugihara. A chiudere il gruppo di soci troviamo Akira Kamiya (voce storica di Ken in giappone) e Tadashi Negishi (ex caporedattore del Monthly SHONEN JUMP). Il 4 giugno del 2000 vieni così ufficialmente fondata la COAMIX CORPORATION, sulla base di un accordo di partenariato commerciale con la case editrice SHINCHOSA.

    hojo-tsugihara-kamiya-coamix

    Qualche mese dopo, ecco quindi il nuovo magazine settimanale targato COAMIX: il 15 maggio del 2001 debutta in Giappone il Weekly COMIC BUNCH

    weekly-comic-bunch-01

    Una partenza alla grande per questo seinen magazine che ospitava sulle sue pagine serie di grosso calibro come ANGEL HEART di Tsukasa Hojo e appunto, SOUTEN NO KEN di Tetsuo Hara.
    La scelta di proporre uno spin-off di Hokuto no Ken sembra sicuramente la strada più scontata per garantirsi vendite e seguito ma al tempo stesso è un grosso rischio, visto l'inevitabile parallelo con l'opera originale.
    Il trio formato da Hara, Buronson e Horie, per l'occasione diventa un "duo e mezzo"... è infatti l'onnipresente Nobuhiko Horie che si occupa della sceneggiatura, mentre Buronson, nonostante compaia come autore della storia, svolge una generica funzione di supervisore.
    Hara è entusiasmato dalla possibilità di poter raccontare le origini della Divina Scuola di Hokuto, attraverso un'opera dal taglio più maturo e che rispecchi la sua evoluzione artistica. Nobuhiko Horie invece, aveva avuto già un ruolo decisivo nella fase di ideazione e costruzione di Hokuto no Ken, sia per l'idea alla base dell'opera, quella cioè di un lottatore che fosse in grado di abbattere gli avversari utilizzando i punti di pressione, sia per la sua presenza di continuo stimolo e coordinamento del lavoro di Buronson e Hara. 
    I risultati complessivi dell'intera operazione sono stati davvero importanti, Souten no Ken ha fatto riaccendere l'interesse per l'universo di Hokuto, e proprio questo successo è stato il motore che ha permesso di realizzare poi i films della Pentalogia. Il boom di Souten no Ken è andato di pari passo con quello del Weekly COMIC BUNCH, passato dalle 700.000 copie di tiratura del 2001 alle 140.000 del 2010, anno di definitiva chiusura della testata. 
    L'ultimo (assurdo) capitolo di Souten no Ken verrà pubblicato nel numero di chiusura della rivista (No.39 del 27 agosto 2010), portando a termine un'avventura durata ben 9 anni, iniziata con grandi presupposti ma finita male, malissimo. Nove anni fatti anche di rallentamenti e frequenti rinvii, dovuti anche al problema all'occhio del Maestro Hara.

    UN NUOVO PROTAGONISTA: KENSHIRO KASUMI

    Souten no Ken - Kenshiro Kasumi

    Kenshirō Kasumi (霞 拳志郎 Kasumi Kenshirō) è il protagonsita principale di Souten no Ken ed è il  62° Successore della Divina Scuola di Hokuto. Conosciuto (e temuto) a Shanghai come Yán Wáng (閻王 En'ō, Il Re dell'Inferno). Questo soprannome si rifà alla divinità induista Yama, il Signore della Morte che nella mitologia cinese è conosciuto come Yán Luò Wáng, Sovrano e giudice dell'Inferno.
    Questo "nuovo" Ken è un personaggio davvero particolare: è un fumatore incallito, con un'olfatto molto sviluppato, proprio come il nipote, ma a differenza di quest'ultimo si serve più frequentemente di questa sua abilità sensoriale. Inoltre è un "mazzuolatore acculturato", amante della lettura e del pianoforte e che parla fluentemente ben quattro lingue: cinese, giapponese, tedesco ed ebraico antico.
    È il figlio di Tesshin KasumiLiú Yuè-Yīng (la Reverenda Mei-Fu), fratellastro di Ramon Kasumi (il Maestro Ryuken). Nato nel Tempio Tài Shèng Yuàn (泰聖院 Taiseiin) a Ningbo (Cina), con una voglia a forma di Orsa Maggiore sulla testa. Per questo motivo, suo madre lo chiamava Ā-Xīng (阿星). Il piccolo Kenshiro è rimasto lì fino all'età di 3 anni. 

    In Giappone conduce un'esistenza alternativa, completamente diversa da quella di Shanghai. Infatti è docente di lettere all'Università Femminile Yotsuya di Tokyo. Kenshiro Kasumi ci viene presentato come un personaggio scanzonato e a tratti comico (toccategli tutto ma non le sigarette), molto diverso all'omonimo nipote. Hara lo descrive come una combinazione della forza di Kenshiro, della benevolenza di Keiji e dell'attitudine sarcastica di Nakabo Rintaro.

    hokuto-no-ken-hana-no-keiji-nakabo-rintaro

    kenshiro-tu-sei-gia-mortoDal Kenshiro della fine del ventesimo secolo, riprende anche la frase classica "Tu sei già morto" (お前はもう死んでいる, Omae wa mō shindeiru), ma la pronuncia in cinese, "Nǐ yǐ jīng sǐ le" (儞已經死了, Ni I Chin Su Ra).

    Le differenze tra lo zio e il nipote dell'opera originale sono molte ed evidenti.
    Kenshiro Kasumi ci viene presentato come un personaggio "fatto e finito", mentre uno degli aspetti tipici di Hokuto no Ken è proprio l'evoluzione del protagonista, che da giovane e acerbo Successore di un'arte marziale omicida, finisce gradualmente per abbracciare il suo destino di Salvatore del Mondo.  
    Kenshiro Kasumi è invece assolutamente dominatore della scena, eccessivamente sbruffone e sicuro di sè, sempre pronto a piazzare le frase ad effetto. Un Terminator dal cuore buono che risparmia gli avversari più valorosi. Assolutamente consapevole delle sue straordinarie capacità, considera il combattimento una mera dimostrazione di tecniche e quando può cerca di evitare lo scontro.
    Entrambe le storie muovono da un desiderio di vendetta dei protagonisti: il Kenshiro di Hokuto no Ken deve riprendersi Yuria, sottrattagli da Shin, mentre Kenshiro Kasumi tornerà a Shanghai per vendicare la morte dell'amata Yuling Han (潘 玉玲) e gli amici del clan criminale del Chinpan.
    Se il viaggio del Ken dell'opera originale è prima di tutto un viaggio alla scoperta di se stesso, quello di Kenshiro Kasumi è il viaggio che lo porterà a scoprire le radici della Divina Scuola di Hokuto.

    WELCOME TO SHANGAI

    shanghai-kenshiro-kasumi

    Ken il guerriero - Le Origini del Mito è ambientato principalmente nella Shanghai degli anni 30, la capitale commerciale della Cina che all'epoca era conosciuta come "la città internazionale del crimine". Una città in cui confluiscono persone da più di 60 Paesi diversi e dove i traffici commerciali vanno a braccetto con la criminalità organizzata. A Shanghai, Kenshiro combatterà contro gli esponenti delle 3 famiglie di Hokuto (Hokuto Ryūka Ken, Hokuto Sōka Ken, Hokuto Sonka Ken) ma sarà anche al centro dello scontro tra clan mafiosi, da una parte il suo Chinpan (青幇) dall'altra il Fiore Rosso (紅華会). I due schieramenti sono ispirati a gruppi malavitosi realmente esistenti, rispettivamente la Banda Verde (青幇 Qīng Bāng,) e la Banda Rossa (紅幫 Hóng Bāng).
    Numerosi e dettagliati sono i riferimenti storici del manga, come gli insediamenti internazionali che negli anni 30 controllavano la città, con particolare riferimento alla Concessione francese. Vedremo anche dei rifugiati ebrei che sfuggono alla persecuzione nazista in Europa e l'invasione della Cina da parte dell'esercito giapponese. Diverse figure storiche faranno la loro apparizione nel corso della storia, tra queste Chiang Kai Shek e alcuni membri del Partito Nazionalista Cinese (Kuomingtang).
    Una sfida quindi non nuova per Tetsuo Hara, visto che i manga storici sono da sempre il suo forte.

    ritorno-a-shanghai


    L'EDIZIONE DELUXE

    ken-le-origini-del-mito-deluxe-01a

    Com'è questa edizione DI LUSSO proposta da Panini?


    Partiamo dal presupposto che è stata riproposta la stessa traduzione e relativo adattamento della prima stampa italiana, risalente a marzo 2004.
    In generale un buon lavoro di traduzione, sicuramente al di sopra degli scempi fatti recentemente con la serie classica.
    I 44 volumi della prima stampa verranno quindi riproposti in 11 volumoni di oltre 400 pagine ognuno.

    ken-le-origini-del-mito-deluxe-01b
     
    Ben quattro sottilette schiaffate in un unico mattone da 448 pagine: "YEAH, SCIENCE BITCH!!"

    Qualitativamente è una bellissima edizione, il grosso formato dei volumi (14,5x20) si vede e si sente. Le dimensioni importanti non sono un problema, anzi, la lettura risulta più comoda e piacevole rispetto alla minimale prima edizione. Di grande pregio anche la carta e la qualità di stampa. Mi è piaciuta molto anche la sovraccoperta con effetto metallizzato e l'idea di inserire a fine volume i commenti di Tetsuo Hara, presi dalle alette dell'edizione giapponese.
    Di lusso è anche il prezzo, parliamo di 12,90 euro a volume.
    Un confronto qualitativo con l'edizione del 2004 è abbastanza superfluo: quei volumetti li pagavamo 2 euro l'uno e nonostante una buona qualità di stampa, l'assemblaggio era pessimo e si scollavano solo a guardarli...

    C'è da sottolineare però che la VERA edizione Deluxe è rimasta in Giappone.

    souten-no-ken-zenon-comics-dx-01

    Sto parlando dell'edizione Comic Zenon DX, uscita in Giappone a partire da dicembre 2011. Parliamo di 14 volumi che brillano per le bellissime cover, con un confezionamento grafico austero e di classe. Il confronto con la Deluxe italiana è abbastanza impietoso da questo punto di vista, soprattutto per le scelte di fonts e colori di casa Panini... un pò da "Sagra della Sazizza".

    Perchè comprare Ken il guerriero - le Origini del Mito DELUXE?

    Il prezzo veramente alto dell'edizione deluxe sicuramente può spaventare, diciamo che non è un prodotto che si rivolge a tutti. Molti di quelli che hanno già acquistato l'edizione regolare probabilmente non prenderanno nemmeno in considerazione l'acquisto. Stesso discorso per chi non ha pienamente apprezzato quest'opera (e i motivi ci sono).
    Se pensate che il formato più grande e la miglior qualità della carta possano essere caratteristiche interessanti, ecco allora che questa nuova edizione potrebbe essere l'occasione per avvicinarsi a quest'opera o magari dare una seconda possibilità a Kenshiro Kasumi e al variegato universo di Souten no Ken. Se invece badate al sodo e volete spendere meno (molto meno), su eBay per una sessantina di euro potete trovate la prima stampa completa.

    I COMMENTI DI TETSUO HARA

    "La storia è ambientata a Shanghai, che negli anni 30 era una delle città più floride e moderne. Pare che all'epoca fosse un covo di criminali, ma anche una meta per chi voleva realizzare i propri sogni. È stimolante immaginare cosa sarebbe successo ad un erede della Divina Scuola di Hokuto che si fosse trovato allora in quella città. Mi piacerebbe che Kenshiro Kasumi, il protagonista di questa serie, fosse solenne, ma al tempo stesso molto umano in quell'epoca trubolenta. Con l'aiuto del Maestro Buronson disegnerò una nuova storia di Ken, diversa dalla serie originale."

    Tetsuo Hara (dall'aletta del primo volume)

    "Da tanto non pubblicavo settimanalmente; anzi, credevo che non l'avrei più fatto. In men che non si dica è uscito il numero 2. A differenza di quando avevo poco più di vent'anni, ora trovo faticoso pubblicare a cadenza settimanale, ma continuo a fare esperimenti per sorprendere i lettori, provando a disegnare in maniera per me nuova. Disegnare è stancante, però mi vengono in mente tante idee per la storia, quindi lo trovo anche divertente."

    Tetsuo Hara (dall'aletta del primo volume)


     


    The site of Paolotti,the greatest HNK Collector
    HokutoNoKen.it
    HokutoLegacy
    Warden Wigul Hokuto No Ken Fanlisting HokutoProject
    Koei Musou
    Hokuto no Gun One Piece World SlamDunk.it City-Hunter.it Ghostbusters Italia
    GTO - The Great Site Death Note World Anime e Manga,it Japan Style Shop On Line Komixjam Rising Sun Page
    Beck - Mongolian Chop Squad Bleach Fan
    Questo piccolo grande BANZAI PaperToys.it Shoujo Love
    Ziedrich's Blog