Login With Facebook
LOGIN / REGISTRATI

Articoli correlati

Follow us!

FacebookTwitterYoutubeDeviantartGoogleFeed

Chi è Online

We have 956 guests and 1 member online

Newsletter

Sito online dal:16/03/2005
Versione 7 online dal: 27/08/2011
WebMaster: Impe

Hokuto no Ken
by Tetsuo Hara & Buronson
Shueisha - Toei Animation








Translation

Random Images

Masami Suda

(Character Designer - Animation Director)



Masami Suda ( 須田正巳) è sicuramente uno dei "padri" di Hokuto no Ken, ha lavorato infatti sia alla Serie TV che al film animato del 1986.
Si è occupato sia del character design dei personaggi che della supervisione generale dell'animazione (sakkan 作監 ).

Character Design
Character design, anche Chara design, è un'espressione inglese che significa letteralmente progettazione dei personaggi.

In animazione e nei fumetti, il character design è quella parte del lavoro che consiste nello studio grafico e nella caratterizzazione, in parte anche psicologica, dei personaggi della storia creati dall'autore.

In particolare, il disegnatore che se ne occupa (quando non sia l'autore stesso, come quasi sempre accade nei fumetti) è generalmente indicato come character designer, locuzione traducibile come "disegnatore dei personaggi". Tale professionista, attraverso una serie di prove grafiche dette model-sheet (settei in giapponese), è chiamato a dare ai personaggi il massimo dell'espressività con il minimo dei tratti: deve occuparsi, quindi, di fissarne la fisionomia, le proporzioni tra le varie parti del corpo, le principali espressioni, l'atteggiamento e la postura, la pettinatura, l'abbigliamento, fornendo così una sorta di guida di riferimento il più semplice possibile da riprodurre per gli animatori che dovranno farli "muovere".


Direttore dell'animazione - Animation Director - Sakkan
Sakkan (作監, contrazione di 作画 監督, sakuga kantok, letteralmente 'direttore dei disegni') è il termine con il quale nell'animazione giapponese si indica quella che grosso modo è la figura del direttore dell'animazione delle produzioni occidentali.

Il sakuga kantoku, nello specifico, è il professionista che supervisiona, controlla e corregge i disegni degli animatori, divisi a loro volta in due categorie: animatori-chiave (原画, genga) ed intercalatori (動画, dōga), od animatori in senso stretto. Egli ha soprattutto cura della resa dei movimenti nel complesso dell'azione; ciò nondimeno, le correzioni, il più delle volte, sono necessarie per riportare il tratto dei personaggi a quello fissato nei settei (modelli) dal character designer, al fine di garantire l'uniformità di stile dei disegni. Spesso il sakkan può coincidere proprio con quest'ultima figura, e realizza anche molti dei disegni chiave (keyframe). Nell'ambito di una serie, soprattutto se particolarmente lunga, frequentemente si avvicendano anche più sakkan.

 

La nostra intervista a Masami Suda

 

Si ringrazia per questa breve intervista il Maestro Masami Suda per l'immensa disponibilità e pazienza e l'irriducibile ryo sakazaki per il fondamentale supporto linguistico.

Può descrivere in poche parole Masami Suda come persona? Cosa le piace fare nel tempo libero? Quali sono le sue passioni?
Sono una persona perfezionista in tutto ciò che faccio e sono uno sportivo. Nel tempo libero mi piace giocare a golf, tennis e andare a sciare. Adoro le auto, le Porsche sono la mia passione. Inoltre mi piace suonare il pianoforte, lo trovo molto rilassante. Ultimamente dedico parecchio tempo al golf.
Ci dica qualcosa sulle sue prime esperienze nel mondo dell'animazione. Era tutto come si aspettava?
All'inizio come tutti i giovani ero molto imprudente e precipitoso, mettevo tanta foga nel portare avanti le mie idee lavorative, diventando eccessivamente frettoloso senza rendermene conto.
Quando Hokuto no Ken è entrato nella sua vita? Cosa conosceva dell'opera di Hara all'inizio di tutto?

In verità non molto. Ho iniziato a conoscere Hokuto no Ken lavorandoci su, a cominciare dal disegno dei personaggi della serie tv. Riguardo al film, ho diretto il disegno e la sceneggiatura dei personaggi.

Lei ha lavorato sulla serie anime di Hokuto no Ken e sul film (Hokuto no Ken - The Movie). Su quale dei due è stato più gratificante lavorare?
Quando ho lavorato alla realizzazione della serie tv ho avuto molte limitazioni, e quindi non ho avuto la massima liberta’ nell’esprimere la mie idee e la mia visione globale dell'anime. Al contrario quando ho realizzato il film ho avuto carta bianca ed e’ stato tutto molto più divertente e soddisfacente. Il film lo sento più mio.
Quale era l'aspetto più difficile su cui lavorare per quanto riguarda Hokuto no Ken?

Sicuramente l'aspetto più difficile riguardava l'espressività dei personaggi. In particolare trasferire i sentimenti dei protagonisti sui loro volti, rendendoli credibili e convincenti. I sentimenti e gli stati d'animo sono una parte centrale in Hokuto no Ken.

Qual'è il suo personaggio preferito? Perchè?

Il mio personaggio preferito è Toki. Nonostante la grave malattia che lo accompagna, il suo amore e lo spirito di giustizia non lo fanno fermare davanti a nulla. La storia della sua triste vita è molto toccante ed è allo stesso tempo un esempio per chi soffre.

Parlando dei turni di lavoro,per quante ore alla settimana ha lavorato sull'anime e sul film?

Per creare da solo, un episodio di un anime da 30 minuti, ci impiego 1 mese. Questo vale per qualsiasi anime, non solo per Hokuto no Ken.

Le piacerebbe tornare a lavorare su Hokuto no Ken?

L'esperienza avuta lavorando con Hokuto no Ken è stata fondamentale per me, ma ora guardo avanti, ed ho intenzione di lavorare ad altri progetti nel mondo dell’animazione.

Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Al momento la mia intenzione è quella di realizzare un mio progetto personale

 

 

 

Intervista tratta da Mangazine (Granata Press) N° 25, Luglio 1993.

 

Fornita da Pieshiro

Siamo riusciti a intervistare l'impegnatissimo Masami Suda, il character designer
che ha creato il volto televisivo di Kenshiro. Ci ha concesso solo pochi secondi
preziosi del suo tempo, poichè è impegnato a ritmo vorticoso in sempre nuovi
lavori. Suda si può considerare un vero veterano del mondo dell'animazione
giapponese. Originario della prefettura di Saitama, entrò alla Tatsunoko
Production fin dagli esordi della casa, appena formata dal misterioso duo Tatsuo
Yoshida e Ippei Kuri. Vi collaborò come animatore e cominciò ad apprendere i
primi rudimenti di regia e character design. Nel 1967 partecipò come capo
animatore e preparatore degli scenari alla produzione di Mach Go Go Go
( Mahha Go Go Go), per poi continuare con la famosa serie Gatchaman I e II,
Tekkaman e Godam. Passò alla Toei come libero professionista e cominciò a
curare anke la regia dell'animazione di diverse opere. Nei primi periodi parteciò
alla produzione di Starzinger I e II. Poi ha prodotto, intervallando il Danjuku (Scuola
di Uomini), Ore no Sora ( Il mio cielo, fumetto tuttora ripreso dal settimanale "Young
Jump"), Dark Cat, ecc. Una curiosità: la moglie di Suda lavora alla Toei come tradut-
trice dal giapponese all'inglese per tutte le serie televisive da trasportare all'estero.

Quando ha pensato di entrare nel mondo dell'animazione?

Fin da piccolo sentivo una forte attrazione nei confronti del fumetto, ma soprattutto
delle immagini in generale. Anche a scuola mi mettevo a disegnare dappertutto, su
ogni superficie scrivibile, Mi ricordo che quando alla televisione ho visto le prime serie
di Osamu Tezuka, mi lasciavo trasportare da quelle sequenze animate, tanto da farmi
decidere di entrare in un futuro nel mondo dell'animazione.

Com'è stata la sua prima esperienza lavorativa all'interno della Tatsunoko
Production, all'epoca sotto la guida di Tatsuo Yoshida e Ippei kuri?

E' stata un'esperienza che mai potrò dimenticare, perchè c'era la possibilità di sperimentare veramente di tutto.Alla Tatsunoko c'era la possibilità di raggiungere il massimo
dell'espressività affidandosi a un forte realismo grafico, come dimostrano le serie di
Gatchaman, etc. Mi piaceva soprattutto il modo di lavorare di Tatsuo Yoshida, che stimavo
moltissimo non solo come presidente, ma come artista.

E' vero che Tatsuo Yoshida e Ippei kuri erano fratelli?

Si, è vero. Yoshida buonanima era il primogenito e Kuri è il terzo figlio maschio.

Perchè è entrato alla Toei lasciando la Tatsunoko?

Un giorno lo staff della Toei è venuto a casa mia e mi ha quasi forzato a entrarci. Però non
rimpiango la scelta perchè qui ho una gamma di lavoro più ampia.

Alla Toei ha lavorato come character designer per la serie televisiva di Hokuto
no Ken; quali sono stati gli aspetti più difficili di quel lavoro?

Sono stati numerosi. Per esempio una cosa particolarmente difficile da rispettare erano le
pose che Kenshiro assume quando si atteggia di fronte ai nemici. Mentre nel fumetto c'è
l'aiuto del formato diverso della carta, in televisione tutto si appiattiva. Per rendere a tutti
i costi l'impatto dell'azione ho dovuto escogitare il trucco delle linee che solcano il viso dei
personaggi principali, proprio per esaltarne la forza. All'inizio erano contrari a questa
soluzione, per l'eccessivo lavoro che avrebbe comportato, ma poi ne sono rimasti tutti
soddisfatti. Comunque ho dovuto studiare tutti i personaggi in modo da dare il tono più
maschio e virile possibile alla serie. Forse è proprio questo il lato che in Hokuto no Ken
mi piaceva di più.

Ora cosa sta producendo di nuovo?

Sto preparando un film animato di 80 minuti di cui curo sia il Character design che la regia
dell'animazione. Si tratta della trasposizione animata del fumetto Rokudenashi Blues ( Blues
buono a niente).

Un 'ultima domanda: che rapporto personale ha lei con i cartoni animati?

Tra le cose che preferisco in assoluto ci sono tre cose: le Porsche, il tennis e i cartoni
animati.

 

Refresh Posts

Username :
Quante cicatrici ha sul petto Kenshiro? - How many scars does Kenshiro have on his chest?: