Login

HokutoDestiny

FacebookTwitterGoogleYoutubeDaRss

Who’s Online?

Abbiamo 992 visitatori e nessun utente online

Translation

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Malay Portuguese Spanish

Hokuto No Ken Specials

Analisi dei guerrieri di Hokuto No Ken realizzate da KenshiroKasumi e GFSan
Il Guerriero più forte
di KenshiroKasumi
I PARTE - L'INIZIO

 

Ken è il secondogenito della principale famiglia di Hokuto, in lui scorre il sangue che ha accompagnato i successori di Hokuto fino ad allora. Inizialmente non dimostra un grande talento, non può competere contro il talento innato di Raoul, che lo mena a sangue senza neanche ansimare. Però, dopo i folgoranti allenamenti eseguiti allo stremo delle forze, Ken guadagna l'ammirazione di Toki, del maestro Ryuken, ma soprattutto guadagna la considerazione di Raoul.

 

 

Infatti alla tenera età di neanche 15 anni, Raoul porta Ken alla scuola di Nanto, per combattere contro dieci avversari adulti. Apparentemente il suo è un modo per sbarazzarsi di un fratello che potrebbe essere fastidioso, ma nei suoi occhi anche Souther scorge un'ammirazione per un talento formidabile che ha solo bisogno di essere tirato fuori.

 

 

Ken cresce e diventa un degno rappresentante della Divina Scuola di Hokuto: conosce alla perfezione tutte le tecniche e tutto il codice d'onore della scuola, ergo non si permetterebbe mai di utilizzare l'Arte per scopi personali, ma neanche per aiutare gli altri, non gli interessa assolutamente diventare salvatore della fine del secolo, la sua unica volontà è quella di vivere la sua vita in tranquillità insieme all'amata Julia.

 

II PARTE - L'UOMO DALLE SETTE CICATRICI

 

 

Dopo il rapimento di Julia, Ken cambia quasi completamente, diventa spietato con ogni avversario e nei suoi occhi non c'è più quella luce di speranza che regnava quando era bambino. i suoi occhi sono ormai velati da una profonda tristezza, ma nonostante questo infondono sicurezza a chiunque sia nel giusto e infondono terrore ai briganti mangiacarogne. La sua forza fisica aumenta in modo formidabile e la sua tecnica è migliorata grazie a sentimenti come il desiderio e la tenacia, insegnatigli da Shin, ma mai quanto il sentimento fondamentale dell'Hokuto Shinken, scaturito dal profondo dell'anima: la rabbia (Shunen @Ndt). Julia è morta (o almeno Ken crede che lo sia) e Shin è stato sconfitto, Ken non trova nessuna soddisfazione in tutto ciò, ciò che rimase dopo i combattimenti fu solo una tristezza molto profonda.

 

 

Il viaggio senza meta di Ken continua e in esso acquista degli obiettivi, grazie a Lynn (durante la saga dei Golan) grazie a Mamiya (durante la saga dei Cobra) e grazie a Rei, un uomo che diventerà un grande amico per lui. In queste persone Ken trova gli obiettivi una volta perduti, e dopo aver sconfitto il Re dei Cobra e Jagger, decidono insieme di cercare i fratelli maggiori, soprattutto Toki. Ma tutto è cambiato, il fratello maggiore Raoul è procinto a conquistare il mondo sontto il nominativo di Re di Hokuto (Ken-Oh), mentre Toki è diventato uno spietato genio del male.

 

 


Smascherato il malvagio Amiba, Ken sconfigge Uighur, il leggendario guardiano di Cassandra, e libera l'amato fratello Toki. Nel fratto di tempo trascorso, la malattia ha ridotto Toki ad un vecchio malfermo, ciò nonostante Toki non ha mai smesso di perseguire i suoi ideali e di aiutare la povera gente bisognosa.

 

 

Il combattimento contro Raoul è imminente. Rei è stato sconfitto, ma Ken non riesce comunque a trovare la forza sufficiente per battere il terribile fratello maggiore, che sembra davvero invincibile. Ken riuscirà a mostrare tutta la sua forza e raggiungere il pari di Raoul dopo la dimostrazione di combattimento di Toki e la determinazione di Mamiya, nonchè l'amore di una bambina innocente quale è Lynn.

 

 

Raoul impara a temere Ken e si ritira momentaneamente, promettendo di ritornare.
Rei muore in modo onorevole, e questo segnerà per sempre il cuore di Ken, rendendolo ancora più forte.

 

III PARTE - L'ULTIMO CONDOTTIERO

 

 

Possiamo subito notare il miglioramento repentino di Ken nello scontro con Shu. Ken convive con nuovi dolori e tristezze, nonchè di promesse di vittoria fatte ai suoi amici. Non può morire, non può deludere tutte queste persone, questi pensieri lo rendono invincibile di fronte ad ogni nemico e impavido di fronte a qualsiasi tecnica. Sebbene Shu utilizzasse una tecnica molto rapida e particolareggiata, Ken riesce, dopo aver accusato un paio di colpi, ad intuirne la quintessenza. Una volta fatto ciò Ken non mostra più un briciolo di esitazione e vince in modo trionfale.

 

 

Ma un'altra grande minaccia si estende lungo le calde città desertiche: Souther, il sacro imperatore, il più forte tra i sei sacri pugni di Nanto, guardiani dei cancelli dell'imperatore. Questi possiede una tecnica molto elaborata, felice in ogni punto, attacco, difesa, velocità, sembra non avere difetti. Ma la capacità innata di intuire ogni tecnica nemica porta Ken a contrattaccare e colpire mortalmente il nemico. Purtroppo si tratta di una falsa vittoria perchè Ken si trova davanti ad un mistero inspiegabile. I punti di pressione non vengono stimolati.

 

 

Shu muore sotto la piramide, dando la sua benedizione a Ken e strappandogli una nuova promessa, quella di trasformare le lacrime dei bambini in sorrisi di speranza. Questo segna fortemente il già duro carattere di Ken, e lo rende feroce nel secondo combattimento contro Souther. Qui entrambi mostrano le loro tecniche segrete, il volo della fenice e la distruzione celeste di Hokuto. Nonostante l'iniziale smarrimento di Ken dovuto alla misteriosa tecnica dell'avversario, Hokuto si mostra nuovamente superiore: con assoluta precisione, Ken colpisce a distanza i sette punti di pressione situati sul petto, che trovano sfogo sulla schiena. Ken mostra tutta la sua compassione con l'ultimo colpo della pietà, utilizzato per sconfiggere Souther durante l'ultimo volo della fenice.

Anche la morte di Souther lo scuote: non era altro che un uomo dall'amore più profondo degli altri, che non era riuscito a vivere serenamente la sua adolescenza. Il destino ha voluto che Souther vivesse una vita infelice a discapito dei più deboli e che fosse fermato dall'erede successore dell'Hokuto Shinken. Ultima ruota del carro è Ryuga, che con il suo assassinio di Toki, fa sclerare d'ira il nostro Ken, che lo massacra senza alcun ritegno. Toki è ancora vivo e Ken si rende conto di aver ucciso un fratello di Julia. In questa occasione Toki non gli strappa una nuova promessa, ma gli da un insegnamento, leggendaria la frase: "Kenshiro, trasforma la tua tristezza in rabbia"

 

 

 

A questo punto Ken ha raggiunto un livello epico di forza e tecnica, tanto che i ruoli si invertono, è Kenshiro che cerca Raoul per sconfiggerlo definitivamente. Ma il destino vorrà che loro si contenderanno fino all'ultimo anche la donna amata da entrambi: l'ultimo condottiero Julia.

 

PARTE IV - LA BATTAGLIA FINALE

 

 

 

A questo punto entrano in gioco i Nanto Goshasei, i cinque astri disposti in cerchio attorno alla stella dell'amore materno di Nanto. Il primo tra questi è Fudoh la montagna, che si avvicina a Kenshiro e ne conquista lentamente la fiducia. Altri combattenti che si schierano contro Raoul sono Hyui e Shuren, fratelli del vento e della fiamma. Rihaku del mare non ha un ruolo fondamentale in tutto ciò, mentre lo ha Juza, fratello di Julia, che mette a disposizione la sua vita per permettere a Ken di raggiungere la sorella prima di Raoul.

 

 

Ken dimostra la sua superiorità al castello di Nanto, dove mette in gioco la sua vita senza esitazione. Raoul percepisce il dolore e la tristezza che scaturiscono dagli occhi di Ken e capisce quale uomo è diventato dopo tutto quel tempo. Anche Raoul decide di mettere in gioco la propria vita e, se Ken è l'uomo più forte che la scuola di Hokuto abbia mai avuto, lui si sarebbe posto contro il volere degli Dei e lo avrebbe sconfitto ad ogni costo.

Il combattimento nel palazzo viene interrotto e Raoul, dopo aver rapito julia, riflette a lungo su una strategia per battere Ken, che si dimostrava ormai invincibile. La prima mossa fu tentare di sconfiggere Fudoh, il demone della montagna, ma l'impresa non andò a buon fine: Raoul torno al suo castello ancora più intimorito di quanto non lo fosse stato prima.
A quel punto non gli resta altra scelta che uccidere Julia, l'unica donna per il quale abbia provato un sentimento comunemente detto amore. Anche lui voleva conoscere la tristezza profonda e così impadronirsi del Musou Tensei, l'ultima tecnica più micidiale della millenaria scuola di Hokuto.

 

Raoul non riesce ad ucciderla, anzi, le preme uno tsubo che la fa cadere in uno stato di morte apparente, fermando così il corso della malattia mortale.
Se l'avesse uccisa non si sarebbe potuto impadronire di quella mossa, ma si sarebbe soltanto tramutato in un assassino senza scrupoli.

Il combattimento finale termina con la vittoria di Kenshiro, che si dimostra degno successore dell'Hokuto Shinken. Raoul non ha più rimpianti a questo punto, sa di poter lasciare Julia in buone mani.

 

"Addio Kenshiro, anch'io tornerò in cielo, da Toki. E non ho bisogno dell'aiuto di nessuno! Il Re di Hokuto non ha nessun rimpianto!"

Con queste parole cariche di significato, termina la leggenda del conquistatore della fine del secolo, cosicchè nel mondo torna a regnare la pace, mentre Ken parte per un viaggio alla ricerca di un posto in cui vivere insieme alla sua amata Julia.

 

TEORIA

Molti combattenti di Hokuto no ken sono più forti di Ken, ma Ken è l'unico in grado di sconfiggerli tutti.

Questa frase è piuttosto difficile da comprendere, sembra quasi un'incoerenza, ma ora ve la spiego in dettaglio.

Prendiamo in esempio il primo scontro tra Ken e Shin. Ken viene subito sconfitto. Perchè? Semplice, perchè Shin è più forte di Ken.

Perchè dopo un anno Ken sconfigge Shin piuttosto facilmente? E' improbabile che in così poco tempo abbia aumentato di così tanto la sua forza tanto da raggiungere un livello tale di tecnica. Non è così. Il massimo della tecnica Ken l'ha raggiunta non appena essere diventato successore di Hokuto, ancora prima di essere stato sconfitto da Shin.

E allora perchè è stato sconfitto se era al massimo della sua tecnica? Man mano che Ken continua il suo cammino non impara nuove tecniche di Hokuto (non siamo in un RPG), e non aumenta la sua forza di molto, dato che stava toccando il vertice da molto tempo. (NOTA: Nel manga 22 Ken solleva un masso enorme, pressochè delle stesse dimensioni del masso che solleva nel manga 3, la sua forza fisica rimane la stessa).

Ciò che viene temprato non è il corpo, bensì lo spirito. Ken comprende la vera essenza del combattimento, che non si tratta di chi ha le tecniche più micidiali, ma si tratta di conoscere le tecniche dell'avversario. Per questo Ken subisce sempre all'inizio di un combattimento:

Oltre a Shin ce ne sono parecchi altri. Shu. Souther (dopo aver incassato solo tre colpi ha capito come batterlo e lo ha sconfitto - il fatto che avesse l'apparato circolatorio specchiato è un'altra storia) non appena Souther gli mostra la sua tecnica segreta Ken non può fare a meno di subire (perchè si tratta di una tecnica di alto livello che vede per la prima volta in vita sua), non una, ma ben due volte. Fatto questo comprende la tecnica per sconfiggerlo. Ryuga (dopo aver subito due colpi lo ha sconfitto facilmente), Sorya, Falco (si è persino bloccato la gamba destra da solo per intuire i movimenti dell'avversario) Khan (sotto questo punto di vista Khan si è rivelato un avversario più forte di molti precedenti: prima di intuire per bene la sua tecnica ha dovuto subire parecchi attacchi, solo alla fine è riuscito ad avere la meglio) Kaiou (La tecnica di Kaiou era troppo micidiale per essere intuita in un solo combattimento. Ken ha rischiato veramente tanto ma alla fine del primo combattimento si era già capito che la sconfitta di Kaiou e di Hyou era ormai segnata).


Ecco il resoconto finale:

 

Ken non utilizza mai le sue tecniche all'inizio di un combattimento. Aspetta che sia l'avversario a mostrare il fianco. Dopo aver subito la tecnica del nemico sulla sua pelle, è capace di sconfiggerlo in un colpo solo, con una tecnica segreta che non da mai scampo.

Questo spiega perchè Ken viene sempre graffiato sulla guancia prima di uccidere anche il più insignificante avversario.

Ken non è il più forte. Molti sono più forti di lui, ma Ken è in grado di sconfiggere chiunque, mettendo in atto la sua strategia di combattimento che si adatta ad ogni avversario, perchè è stata sperimentata sui campi di battaglia: dopo aver subito due o tre colpi, riesce a elaborare velocemente il modo e la tecnica più adatta a sconfiggerlo, facendo ricorso a quell'unico attimo fuggente.

Ken: Ho combattuto con avversari ben più forti di me.

Kaiou: E li hai sconfitti, Kenshiro?

Ken: Proprio così.

 

Voglio aggiungere una cosa: il termine Forza è puramente relativo. Io stesso ho detto che molti sono più forti di Ken e sempre io continuo a credere che Ken sia il più forte di tutti. Sembra quasi che sia uno psicopatico dalla doppia personalità, ma il tutto sta nel dare un significato a questa parola così ambigua, che cambia di situazione in situazione.

 

 

GFSan's Theory
di GFSan

 

INTRODUZIONE

Stabilire il più forte non è una cosa facile, a prescindere che si tratti di vita reale o fiction.
Ognuno ha la sua teoria: quella che si avvicina più alla verità, a mio parere, è quella di Sun Tzu (maestro Sun, NdA), grandissimo stratega cinese vissuto nell'epoca denominata "primavere e autunni" (722 - 481 a. C.). Egli affermava il seguente:

 

CITAZIONE

Chi in cento battaglie riporta cento vittorie non è il più abile in assoluto. Chi non dà nemmeno battaglia, e sottomette le truppe dell'avversario, è il più abile in assoluto.

 

Insegnamento peraltro ripreso da una personalità di spicco del XVII secolo giapponese quale fu Musashi Miyamoto.
Esistono, tuttavia diverse scuole di pensiero, peraltro più malleabili e adattabili alle situazioni che viviamo tutti i giorni, che tendono a stabilire dei parametri, attraverso i quali è semplice definire la forza dell'idividuo.
Per rendere le cose più semplici all'autore e più comprensibili al lettore :rolleye: , utilizzeremo anche noi alcuni parametri, al fine di analizzare una volta per tutte i guerrieri di HNK. (N.B.: da questo momento in poi, per semplicità, indicheremo con "forza" il rapporto tra tali parametri.)
I parametri da prendere in considerazione sono questi:


Attacco = potenza di attacco del guerriero. Più il valore assegnato a questo parametro è alto, più il guerriero sarà in grado di portare a segno attacchi devastanti.
Difesa = capacità di difesa del guerriero. Più il valore assegnato a questo parametro è alto, più il guerriero sarà in grado di bloccare gli attacchi diretti degli avversari.
Potenza fisica = la resistenza di un guerriero. Da questo parametro si determina la capacità del guerriero di sferrare, parare e semplicemente incassare i colpi.
Potenza spirituale = la potenza del ch'i del guerriero, vale a dire della sua energia interiore. Tutti i colpi, dal più semplice pugno alla più raffinata Tecnica di Distruzione Celeste, portano con sé una certa quantità del ch'i del combattente. A seconda della quantità di ch'i sprigionato, il colpo sarà più potente. Lo stesso vale per la difesa: difendendo una certa parte del corpo, vi si accumula gran parte del proprio ch'i, come per renderla più resistente e meno vulnerabile. Quando il ch'i si esaurisce, il guerriero non è più in grado di combattere (o addirittura muore). Per intenderci, il ch'i è lo spirito combattivo; l'aura che avvolge alcuni combattenti non è che la manifestazione esterna del loro ch'i, ormai divenuto troppo potente per essere contenuto.
Astuzia = equivale alla capacità di elaborare strategie, trabocchetti, espedienti, escamotages e quant'altro per raggiungere i propri fini. Più questo valore ha un punteggio alto, più il guerriero sarà in grado di sbigarsela in caso di pericolo; lo stesso vale per l'elaborazione di strategie di combattimento (sia individuale che collettivo).
Tecnica = la capacità di sfruttare l'amalgama dei parametri finora elencati a proprio favore più o meno impeccabilmente. Più il valore è alto, più il guerriero sarà abile e, quindi, difficile da sconfiggere. Questo valore indica anche la capacità di risparmiare ch'i, di scegliere il colpo più adatto alla situazione, al modo in cui i colpi stessi vengono eseguiti, ecc.
Determinazione = indica la forza di volontà del guerriero: più il valore è alto, più il personaggio sarà disposto a tutto per ottenere quel che vuole.
Sentimenti = indica l'influenza che i sentimenti verso gli altri hanno sul modo di agire del protagonista.

 

PAGELLE

Per arrivare ad una conclusione plausibile, è necessario stilare le pagelle dei combattenti di HNK in base ai parametri di cui sopra.
Ad ogni parametro sarà assegnato un voto da 1 a 10 e, alla fine di ogni pagella, ci sarà una breve spiegazione.

 

 

GUERRIERI HOKUTO SHINKEN/DIVINA ARTE DI HOKUTO
Raoul

Attacco = 9,5
Difesa = 7/8
Potenza fisica = 10
Potenza spirituale = 9
Astuzia = 8
Tecnica = 8,5
Determinazione = 10+
Sentimenti = 3


Allora: Raoul è un guerriero completo. Per quanto lo si possa osservare, è particamente impossibile scorgere in lui difetti - al limite, possiamo parlare di piccole mancanze che, analizzando il personaggio, sono anche abbastanza marginali. Mi spiego meglio.
Saltando a pié pari la parte sull'attacco (sulla quale credo non ci sia bisogno di spiegazioni), spendiamo due parole sulla difesa: Raoul ha una capacità di difesa abbastanza al di sopra della media, se parliamo di guerrieri ordinari; tuttavia, bisogna riconoscere che, non appena si presentano combattenti di più elevato calibro, Raoul è costretto ad incassare colpi finché non trova abbastanza spazio per infliggere la sua tipica tranvata in faccia. Ma, se consideriamo che Raoul ha un corpo a prova d'esplosione, possiamo anche passarci sopra.
Sorvoliamo sulla questione POT Fisica/spirituale per ovvie ragioni e passiamo subito alla determinazione, a cui assegniamo un bel 10 e lode: come tutti ben sappiamo, Raoul era disposto a tutto pur di arrivare al suo obiettivo, a patto di non rinnegare sé stesso. Egli è senza dubbio il personaggio più determinato di tutta HNK.
Non si faceva poi tanto influenzare dai sentimenti verso gli altri, a parte forse nel combattimento contro Toki (in cui non lo finisce) e nell'ultimo con Kenshiro (in cui... Vabbé, ne parliamo più avanti). Quasi dimenticavo la tecnica, stupefacente per un guerriero di tale stazza. Per non parlare dell'astuzia, che l'ha sempre caratterizzato: Raoul è sempre stato un grande stratega (a suo tempo, fu anche paragonato a Napoleone...)

 

Toki

Premetto che i voti dati a questo personaggio si riferiscono alla versione "maffo", in quanto nella versione "ganzo" non lo si vede mai combattere.

Attacco = 8,5
Difesa = 10
POT Fisica = 6
POT Spirituale = 9/10
Astuzia = 7
Tecnica = 10 +
Determinazione = 8
Sentimenti = 9


L'attacco di Toki è sicuramente qualcosa di impeccabile, in quanto è strettamente collegato alla sua difesa difesa ("L'Acqua Calma Ferma L'onda Impetuosa").
Sulla difesa credo che siamo tutti d'accordo, quindi passiamo alla POT Fisica. In tutti i suoi scontri, Toki fa in modo di essere colpito il minor numero di volte: questo per difendere il suo corpo ormai debole. In ogni caso, si merita la sufficienza: pensate a entrambi gli scontri contro Raoul, è stato colpito molte volte, ma è rimasto sempre in piedi. Consideriamo anche la pressione dei Sekkatsu, che hanno aumentato la sua potenza d'attacco, ma diminuito la resistenza fisica.
Niente da spiegare riguardo POT Spirituale e Tecnica, quindi andiamo a Determinazione... Toki fa di tutto per realizzare il suo sogno di diventare medico: continua ad operare persino dopo lo scontro con Raoul (benché non ne fosse chiaramente in grado).
Di Sentimenti gli diamo un bel 9, dato che la sua ambizione stessa era data dall'altruismo...
Una piccola pecca, rispetto al fratello maggiore, la si può notere nell'astuzia, ma niente di troppo rilevante.

 

Jagger

 

Attacco = 6,5
Difesa = 5
POT Fisica = 5
POT Spirituale = 3
Astuzia = 10
Tecnica = 1
Determinazione = 9
Sentimenti = 1


Ed è la volta del malefico Jagger: accenda un cero a San Gennaro per aver raggiunto la sufficienza in Attacco (era pur sempre un guerriero Hokuto, e inoltre sapeva maneggiare svariati tipi di armi); in Difesa, invece, lascia a desiderare (nonostante la guardia sempre alta, finisce sempre per essere colpito...).
Stendiamo un velo pietoso sulle voci POT Fisica e Spirituale e Tecnica, per dare uno sguardo al parametro Astuzia: innegabile la capacità di Jagger di inventarsi subdoli espedienti e organizzare piani al limite del machiavellico pur di raggiungere la vittoria...
Stesso discorso vale per la Determinazione.

 

Kenshiro

 

Attacco = 9
Difesa = 8,5
POT Fisica = 9
POT Spirituale = 10
Astuzia = 5
Tecnica = 8/9
Determinazione = 9
Sentimenti = 10


Che dire più di quello che andiamo ripetendo di continuo su Ken? Anche lui è un guerriero completo: l'unica cosa da invidiare a Raoul è la mancanza di un vero scopo che trascenda l'amore verso
gli altri e nutra il proprio profitto personale...
Gli ho dato un punteggio più alto rispetto a quello di Raoul in Tecnica perché la sua è più duttile e si evolve con molta più semplicità.

 

 

GUERRIERI NANTO SEIKEN/SACRA SCUOLA DI NANTO

 

Shin

 

Attacco = 7
Difesa = 5
POT Fisica = 7
POT Spirituale = 6,5
Astuzia = 8
Tecnica = 7,5
Determinazione = 9
Sentimenti = 9


Un guerriero al di sopra della media, ma imparagonabile a mostri sacri come i precedenti (a parte Jagger...)... Tuttavia, tralasciando i primi 4 parametri, bisogna ammettere che è anche lui un ottimo stratega: un bel 8 in Astuzia non glielo leva nessuno. La sua tecnica è comunque ben eseguita: Shin è proprio un ottimo guerriero Nanto. Per non parlare della sua Determinazione: quanto casino solo per una donna! Cosa che, peraltro, gli è valsa anche un 9 in Sentimenti. Bravo!

 

Rei

 

Attacco = 7
Difesa = 8
POT Fisica = 7,5
POT Spirituale = 7,5
Astuzia = 5
Tecnica = 9
Determinazione = 9
Sentimenti = 9


Forte combattente dell'Uccello d'Acqua, Rei ha una capacità d'attacco niente male - ma, purtroppo, ancora insufficiente contro un guerriero di Hokuto. Discorso differente per la Difesa: la sua velocità gli conferiva una capacità d'elusione niente male.
Ancora deludenti i risultati del parametro Astuzia: più di una volta, Rei si è buttato a capofitto in imprese che sapeva benissimo di non poter portare a termine vivo o, quantomeno, illeso.
E' invece uno dei combattenti dalla più fine Tecnica di tutta HNK.
Alti anche i valori Determinazione e Sentimenti - quante volte Rei ha immolato la vita per gli altri, senza arrendersi mai?

 

Yuda

 

Attacco = 7
Difesa = 8
POT Fisica = 7,5
POT Spirituale = 7,5
Astuzia = 8,5
Tecnica = 8
Determinazione = 8
Sentimenti = 5


Abbastanza simile, come guerriero, a Rei, Yuda è un altro ottimo lottatore: in linea di massima, essi differiscono solo per la Tecnica (Yuda è inferiore), per Astuzia e Sentimenti (diamogli 5, in fondo tutto è scaturito dal suo odio verso Rei, anche l'odio è un sentimento).

 

Shu

 

Attacco = 8
Difesa = 7
POT Fisica = 7
POT Spirituale = 8,5
Astuzia = 6
Tecnica = 9
Determinazione = 9
Sentimenti = 9


Shu, il guerriero cieco, la Stella della Benevolenza, è senza dubbio uno dei guerrieri più compassionevoli di HNK: il suo amore gli dava la forza per combattere. Ha persino sacrificato la sua vista, pur di salvare un bambino che emmeno conosceva, sostenendo che i bambini rappresentano il futuro del mondo. Senza l'amore, forse Shu sarebbe stato forte la metà di quello che era effettivamente.
Come per tutti i combattenti di Nanto analizzati finora, un punto va sicuramente a favore della Tecnica, sempre impeccabile.

 

Souther

 

Attacco = 9
Difesa = 10
POT Fisica = 9
POT Spirituale = 8,5
Astuzia = 8/9
Tecnica = 9
Determinazione = 9
Sentimenti = 2


Ed è la volta del Sacro Imperatore... Senza dubbio uno dei più forti combattenti di HNK... Niente da dire sull'attacco, potentissimo e devastante, come sulla difesa, impenetrabile da tutti i punti di vista (se poi aggiungiamo che i suoi organi e i suoi tsubo sono invertiti...). Possiede una grande resistenza, nonché un'enorme POT spirituale. Grandissimo stratega, Souther merita 8/9 di Astuzia; Che dire poi della sua impeccabile tecnica?

 

 

NANTO GO SHA SEI/5 ASTRI DISPOSTI IN CERCHIO/5 FORZE DI NANTO
Hyui (Wein) del Vento; Shuren del Fuoco

 

Attacco = 7
Difesa = 6
POT Fisica = 7
POT Spirituale = 7,5
Astuzia = 5
Tecnica = 7
Determinazione = 9
Sentimenti = 8


Unisco la valutazione dei due guerrieri per due motivi: 1) sono molto simili; 2) sono apparsi solo una puntata ciascuno , troppo poco per dare una valutazione chiara e dettagliata.
In generale, la sfortuna di Hyui e Shuren è stata solo quella di dover incontrare sulla loro strada un guerriero del calibro di Raoul al massimo delle sue forze, il che ha sminuito non poco le loro reali capacità. Non mi sono comunque sembrati alla pari o superiori a Rei o Souther (per citarne due), al contrario di quanto chiunque si aspetterebbe da un membro di un gruppo elitario quale effettivamente erano le 5 Forze.

 

Juza della Nuvola

 

Attacco = 8
Difesa = 9
POT Fisica = 8
POT Spirituale = 8
Astuzia = 9
Tecnica = 9
Determinazione = 9
Sentimenti = 7


E passiamo a Juza, guerriero della Nuvola. Inutile dire che è forse uno dei più grandi condottieri apparsi nel corso della storia. Che dire dei suoi attacchi, tanto imprevedibili e insoliti, e del suo modo di difendersi, altrettanto improvvisato? Juza aveva senza dubbio una capacità elusiva elevatissima, che saltava fuori proprio contro gli avversari più possenti. Era un ottimo stratega, e ciò, unito alla sua impeccabile e, a dir poco, geniale Tecnica Estemporanea, faceva di lui un guerriero quasi invincibile... Lo sarebbe stato davvero, se non si fosse lasciato abbagliare dall'amata, l'Ultimo Condottiero di Nanto, e se non si fosse lanciato contro di Raoul a capofitto (è vero, ha effettivamente saggiato la sua potenza e poi lottato contro di lui qualche giorno dopo, ma rimane sempre qualcosa che non mi convince per nulla in quello scontro, ho sempre pensato che Juza fosse inibito da qualcosa... E' una cosa che ho sentito a pelle...), forse sarebbe rimasto in vita.

 

Fudo della Montagna

 

Attacco = 9
Difesa = 9
POT Fisica = 9
POT Spirituale = 8
Astuzia = 6
Tecnica = 3
Determinazione = 9
Sentimenti = 10


Il buon Fudo, forza della Montagna... Se è vero che un pugno di Raoul equivale a un TIR, un pugno di Fudo è come una pala demolitrice. Intendiamoci: Raoul è più forte, perché il suo pugno è anche "scaltro" e veloce, mentre quello di Fudo è più lento, ma se ci pensate il paragone calza: un autotreno che sfreccia agli 80 all'ora su un'autostrada, incute timore a tutti, mentre un bulldozer è più tranquillo ma, zitto zitto, cacchio cacchio, quello butta giù un palazzo...
Ma tralasciamo quest'argomento, sul quale si potrebbe aprire un topic a sé stante, e torniamo a noi. Come abbiamo già detto, Fudo non avrebbe nulla da invidiare alla POT fisica di Raoul, semmai dovrebbe diventare più veloce e meno goffo. Tuttavia, si tratta di un combattente che attacca bene e si difende altrettanto bene (sempre ricorrendo alla sua mole). Andando a rivedere il sondaggio "Il + buono", pare che l'unico a scrivere che si tratti di Fudo sia stato il sottoscritto (non per niente ha 10 di Sentimenti). Molti hanno detto "nel passato non era molto buono", ma non è forse vero che bisogna guardare al presente, enon al passato? Secondo me, Fudo è addirittura più buono di Toki (è pur vero che questi andava di villaggio in villaggio a curare la gente "a gratis", come si suol dire, ma è pur vero che Fudo coglieva ogni occasione per adottare bambini... Se non mi sbaglio, al suo seguito ne aveva 12, al momento della morte, no? Beh, non dev'essere facilissimo sfamare 12 bocche in un'era post atomica, considerando anche che il corpulento guerriero dava l'impressione d'essere una buona forchetta...).

 

Rihaku

Non pervenuto
Mi rifiuto di valutare un Paladino della Terza Età quale è Rihaku.
Mi fa imbestialire il solo fatto che sia considerato un grande comandante e stratega nel mondo di HNK.

 

 

HOKUTO RYUKEN/ARCANA ARTE DI HOKUTO/HOKUTO GEMMY
Orca (Ork)

 

Attacco = 7,5
Difesa = 7
POT Fisica = 8
POT Spirituale = 7
Astuzia = 7,5
Tecnica = 7
Determinazione = 9
Sentimenti = 8


Niente da dire su Orca, uomo che ha rinunciato ai suoi sentimenti per donare alla sua amata un mondo migliore. Era di certo un ottimo combattente, ma è ovvio che non era il migliore, al contrario di quanto credeva. Egli, infatti, non avrebbe potuto competere nemmeno con Khan - non sarebbe stato in grado di far fuori Kaiou, e salvare l'Isola degli Shura.

 

Khan (Ronn)

 

Attacco = 8,5
Difesa = 8,5
POT Fisica = 9
POT Spirituale = 8/9
Astuzia = 7,5
Tecnica = 8,5
Determinazione = 8
Sentimenti = 2


Questo gran combattente è riuscito a impensierire il Kenshiro pre-stele - e non è cosa da poco. La sua breve ma intensa apparizione ci ha di certo regalato attimi di suspance: se lo scontro Ken - Ronn fosse stato una partita di calcio, sarabbe di certo stata una "partita molto tirata e combattuta". Dopo ogni azione di uno dei lottatori, per quanto potente, l'avversario controbatteva con un colpo altrettanto potente; in certi casi pareva che Khan e Kenshiro utilizzassero la stessa tecnica, tanto le loro movenze erano simili. Tuttavia, il povero Khan non fu in grado di resistere al colpo di Raoul (il Colpo del Dominatore del Cielo) sferrato da Kenshiro.
In linea di massima, Ronn è un lottatore completo, la cui abilità è forse svalutata dal fatto che è apparso per poche puntate (io un paio di puntate in più gliele avrei dedicate, era pur sempre il Terzo Demone).

 

Hyou

 

Attacco = 9
Difesa = 8,5
POT Fisica = 9
POT Spirituale = 8/9
Astuzia = 5
Tecnica = 8,5
Determinazione = 8
Sentimenti = 8


Il Secondo Demone, Hyou, fratello di sangue di Kenshiro, è forse colui, tra gli shura, che è il meno adatto ad essere tale: in lui, sono sempre vivi amore, pietà e ammirazione verso il prossimo - nonostante i reietti (bori) s'inchinassero dinnanzi a egli, era proprio colui che dava meno l'impressione di essere un despota. Finché, un bel giorno, Kaiou uccide Sayaka, l'amata di Hyou, e incolpa Kenshiro dell'accaduto. Poi, combatte con Kenshiro e riacquista la memoria. Chissà, forse se Ken non fosse andato a combattere con Kaiou, e non fosse stato malmenato, non sarebbe riuscito a battere Hyou "demonizzato" - ma forse Orca sarebbe riuscito a salvare la situazione? Mah. Ad ogni buon conto, di questo parleremo dopo.

 

Kaiou

 

Attacco = 10
Difesa = 9/10
POT Fisica = 10
POT Spirituale = 9/10
Astuzia = 10
Tecnica = 9
Determinazione = 9
Sentimenti = 8


Ed eccoci arrivati a Kaiou.
Che dire, se non che in quanto a Forza, POT Fisica e Spirituale e addirittura Astuzia, Kaiou è addirittura superiore a Raoul? E' di certo vero che Kaiou è il nemico più forte affrontato da Ken. Anche se la sua smisurata abilità è data dal "potere satanico dell'Arcana Arte" (secondo alcuni), o dall'"effetto berserker", Kaiou ha dato del filo da torcere al Successore della Divina Arte, mica cotiche.
Vedo già i vostri volti strabiliati: "Kaiou ha 8 di sentimenti?!"... Beh, non è forse vero che l'odio è un sentimento? Se non sbaglio, Kaiou diventò il Primo Demonio proprio a causa del suo odio, o mi sbaglio?

Ok, ora, dopo aver dato delle pagelle sui principali guerrieri, per maggiore comprensione della prossima parte della teoria, passiamo alle cose serie: CHI E' IL PIU' FORTE?!
Ebbene, a mio modestissimo parere, il più forte è proprio Raoul.
"PERCHE' RAOUL E' IL PIU' FORTE?", è la domanda che ci poniamo. E la seguente è la risposta. Più di tutti i guerrieri di HNK, Raoul ha dato retta solamente alla sua ambizione: quante volte abbiamo visto Raoul mettere il suo sogno davanti a ciò che provava nei confronti di Toki, dello stesso Ken, e addirittura di Julia, della quale si era perdutamente innamorato? Tutti noi abbiamo pensato, di fronte all'assassinio di Rei, che Raoul fosse un uomo senza scrupoli; lo abbiamo pensato nuovamente quando, nel flashback, lo abbiamo visto uccidere Ryuken, il suo stesso maestro; eppure, nessuno di voi può negare di aver provato dispiacere quando, nell'ultima puntata, Raoul muore, con lo sguardo puntato verso il cielo, che aveva sempre desiderato. Molti credono che Raoul non conoscesse l'amore. E' errato: la riconferma sta nel numero 16 del manga (cito testualmente), dove Raoul dice: "Io sono il Re di Hokuto e il primogenito di Hokuto... Per me è una grande vergogna riconoscere di provare amore dopo aver passato una vita dedicata alle arti marziali...". Perciò Raoul aveva amato! E lo sapeva! Ma ammetterlo di fronte agli altri sarebbe stata una dimostrazione di debolezza (e non me la sento di dargli torto). Per questo dice di "ambire" a Julia e non di amarla, per questo ha domandato a Toki di fermarlo "se avesse imboccato la via sbagliata", per questo non si è lamentato quando ha saputo che suo fratello minore sarebbe stato il successore della Divina Arte, ed è per questo che insegnava di nascosto le tecniche a Kenshiro! Il cuore di Raoul non era freddo: semplicemente, lui aveva a cuore la realizzazione del suo sogno. Per afferrare il cielo sarebbe stato disposto a tutto, tranne che a rinnegare ciò che era. Ancora una volta io non me la sento di biasimarlo: non è forse vero che un uomo che non ha un sogno, non ha una ragione di vita? Raoul lo aveva compreso: sapeva che, se si fosse fatto vincere dai sentimenti, sarebbe stato sconfitto, e, se fosse stato sconfitto, non avrebbe realizzato il suo sogno, e avrebbe condotto una vita patetica e priva di senso - come i reietti/bori dell'Isola degli Shura. Allora sarebbe stato meglio morire da uomini, combattendo, piuttosto che appoggiarsi alla vita e ai sogni degli altri come degli incapaci. Un principio che potrebbe essere applicato anche nella vita reale. E, alla luce di tali fatti, voi avreste il coraggio di biasimarlo?
Raoul combatteva solo per sé stesso: non odiava nessuno, quindi gli amancava quel fervore che, invece, pervadeva Kenshiro ogni volta che doveva combattere. Infatti, Ken combatteva soprattutto per vendicare Julia, o chiunque altri fosse stato ucciso dal nemico di turno. Nel primo scontro, infatti, Ken e Raoul pareggiano: Raoul aveva colpito Rei, ma non lo aveva ancora ucciso - in Ken era ancora viva la speranza di poterlo salvare: così, Kenshiro non riesce a tirare fuori tutto il suo spirito combattivo ("la rabbia rende i muscoli d'acciao", rammentate?) e patta: Raoul aveva appena combattuto con Toki e perso un fiume di sangue. Nel secondo combattimento, invece, Raoul aveva già fatto una strage: Rei, le 5 Forze, eccetera... Come se non bastasse, disse di aver ucciso persino Julia. Ken riesce allora a manifestare tutta la sua rabbia, nonostante il profondo rispetto che nutriva nei confronti di suo fratello, e lo batte: la sua trasmigrazione era di un gradino più in alto rispetto a quella di Raoul, proprio a causa dei suoi sentimenti e dell'immensa tristezza che doveva sopportare. Ma, se Kenshiro ha bisogno di circostanze particolari per combattere (lo dimostra in tutta la serie, a partire da quando non riesce a difendersi da Shin, fino a quando lo vediamo essere malmenato dal fratello durante gli allenamenti), Raoul combatteva affidandosi esclusivamente a sé stesso. Lo stesso Raoul lo sapeva: per questo ha mentito, dicendo di aver ucciso Julia: sapeva che Kenshiro non avrebbe combattuto al meglio senza una valida motivazione. In circostanze normali, infatti, Raoul avrebbe avuto la meglio, visto che combatteva solo per sé stesso, senza dover vendicare nessuno. Per questo Raoul è più forte di Ken.
Per quanto riguarda Kaiou, Raoul sarebbe SICURAMENTE riuscito a sconfiggerlo, in primo luogo perché avrebbe usato il cervello, e non solo i pugni, e poi, sempre perché, IMHO, la stele è solo un simbolo, non c'è nessuna tecnica particolare di difesa contro l'Arcana Arte, l'unica difesa è cercare di manipolare lo spirito combattivo dell'avversario che, a sua volta, cercherà di manipolare il vostro. Che lo si faccia alla maniera dell'Arcana Arte, o che lo si faccia con la "guerra psicologica", come fece Ken (e, sono sicuro, anche Raoul). Poi, vale lo stesso discorso che abbiamo fatto con Kenshiro: Kaoiu va avanti con l'odio verso la casata principale, combatte per vendetta ed è stato divorato dall'ira, mentre Raoul è rimasto sé stesso.
Passiamo a Toki (sempre supponendo che non si fosse mai ammalato visto che, mi pare, siamo tutti d'accordo sul fatto che Toki maffo, in quanto tale, non possa essere il più forte, correggetemi se sbaglio). Egli inseguiva il sogno di battere in battaglia suo fratello maggiore. Ma tutti noi conosciamo la bontà di Toki, che voleva comunque diventare medico: avrebbe avuto il coraggio di ammazzare il fratello, nel caso lo avesse battuto? Io credo di no. Ma, così, Raoul sarebbe tornato, dopo un certo periodo, piùforte di prima, e avrebbe sconfitto il fratello, che, nel frattempo, aveva coltivato esclusivamente il sogno di curare le persone, trascurando l'allenamento. Forse, anche Raoul avrebbe risparmiato Toki, come è effettivamente successo durante la serie. Ma diamo un'occhiata a ciò che Toki era effettivamente divenuto dopo la sconfitta: era morto dentro, il suo sogno era infranto, e lui non aveva la stessa forza d'animo del fratello. Quindi, in un modo o nell'altro, Raoul sarebbe di certo rimasto il più forte...

 

1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

  • Hokuto no Ken Official Web Site
  • transparent
  • transparent
  • North Star Pictures

Hokuto no Ken by Tetsuo Hara & Buronson Shueisha - Toei Animation

 2005-2016 HokutoDestiny.com  [Versione 10 online dal 30/01/2015]