Raoh, l'uomo dal cuore grande come nessun altro. Vero o verosimile?

Siamo alla fine del ventesimo secolo, il mondo intero è sconvolto dalle esplosioni atomiche, tuttavia la razza umana era sopravvissuta...

Moderatore: Pieshiro

Avatar utente
Hokuto.
Utenti Registrati
Utenti Registrati
Messaggi: 492
Iscritto il: 21/12/2010, 20:46

Raoh, l'uomo dal cuore grande come nessun altro. Vero o verosimile?

Messaggioda Hokuto. » 08/12/2015, 13:35

Sarò diretto. Non è verosimile o credibile.
Ma è vero o falso?
E' vero. E' assolutamente vero.

Premessa. Hnk è un manga diretto, non nasconde significati volutamente astrusi. Quello che comunica è sempre la verità. Situazioni dubbie ci sono, ma sono dovute alla genesi di Hnk che è cresciuto sviluppandosi a vista. Poca o nessuna pianificazione a lungo termine.
Nonostante questo Buronson si è sforzato di ricapitolare gli eventi della storia per creare a posteriori un legame, una traccia unica. In termini pratici stiamo parlando di interventi posticci che a volte funzionano meglio, altre peggio.

Seconda Premessa. La fonte è nella cosiddetta terza parte del manga, ovvero gli eventi narrati nel post-Kaio.
E' un'"esclusiva" solo del fumetto. Chi volesse informarsi, può consultare le scan inglesi o su mangaeden pure quelle italiane.

Il cuore grande di Raoul è ciò che comunica Ken a Ryu, praticamente appena lo incontra. Il moto di Ken è genuino e onesto; ne conosceva pregi e difetti.
A Ryu porta in dono la più grande qualtità del padre e non i difetti e le opere.
Come concessione a un figlio, non ha voluto metterlo di fronte a ciò che di negativo ha fatto il padre.
Kenshiro gli ha comunicato solo la parte positiva della verità. Comprensibile. Per l'altra parte c'è tempo. Bisogna prima maturare.

Se sappiamo come è HNK, il pensiero di Ken è vero. Questa è, o meglio diventa una verità che il manga ci rivela. Con tutta la sua forza.

Che è vera non ci sono dubbi, ma conoscendo i pregressi di Rao verrebbe da ritenerla NON-credibile.
Siamo sicuri? Vorrei che ci si sforzasse di capire che poiché Ken sta comunicando la verità, la reale domanda da porsi è perché. Perché ciò è vero, perché Kenshiro afferma questo sapendo quanto male ha fatto Raoul?
Su quali basi Ken fa la sua affermazione? Ci sono altre situazioni che attestano la vericidità di quanto detto?

Ora procederò a un elenco, spero completo, dei moti buoni di Raoh. Non metto quelli cattivi perché sono evidenti e il mio scopo non è quello di fare uno sterile confronto, ma di scoprire i semi della rivelazione, se questa è motivata e credibile oppure no.

- Prima apparizione di Rao bambino. Rischia tantissimo per salvare la vita di Toki scalando la rupe con un braccio solo e il fardello del fratello svenuto.
- Forse passa in sordina, ma quando ha cominciato ad allenarsi sentiva su di sé la responsabilità di Toki. Se avesse mollato sarebbero finiti su una strada ambedue. Rao ha dovuto sopportare il peso di non potersi nemmeno concedere un tentennamento.
- Rao salva Ken, ufficialmente per usarlo contro Sauzer, ma non poteva non sapere di rischiare un clamoroso autogol sulla lunga distanza. Un gesto di pietà verso un ragazzo che conosce e ama.
- Rao è incapace di uccidere Toki, conquistato dalla disperata e assoluta ostinazione del fratello a cercare di batterlo. Addirittura piange. Anche in questo caso Rao empatizza col fratello. Certo, come uomo-fratello Toki è "avvantaggiato" rispetto agli altri, tuttavia mette a nudo che anche Rao in fondo ha forti sentimenti di amore.
- I suoi briganti possono torturare e uccidere, si, ma solo all'interno e solo allo scopo di mantenere l'ordine da lui creato. Se sgarrano, se si abbandonano alla barbarie e approfittano del potere ricevuto, la morte per loro scende senza pietà. Nessuno può dirsi al sicuro fuori dai binari che ha tracciato.
- I suoi moti interni lo portano a insegnare a un bambino ad affrontare la paura, costi quel che costi. (io qui avrei da ridire, visto che è lui quello che fa paura al bambino. Rao ha una vista unidirezionale, ha trasferito i suoi sentimenti sul bambino, insegnandogli ciò che lui avrebbe fatto. Ha guardato solamente la paura, non l'oggetto scatenante. Non si rende conto della contraddizione)
- Nel momento clou del suo scontro con Ken, il suo orgoglio di Re del pugno viene spazzato via dalle parole di Julia, ovvero queste gli entrano nel cuore e Rao rinuncia a capire l'amore e la tristezza, e con esse acquisire la Musou Tensei con cui potersi scontrare alla pari con Kenshiro, per salvare la donna amata.
PS ironia della sorte, Ryaku rivela che il piano originario di Rao per ottenere la mt non avrebbe funzionato, mentre salvandola ha lasciato dilagare finalmente la forza del suo amore e con essa tristezza e compassione... e ottenendo questa benedetta mtensei.
Ricordiamo che per ottenere la Musou Tensei è necessario provare un amore e una tristezza (empatia verso il destino avverso delle persone) fortissimi. Ken è l'unico ad esserci riuscito. Anche Raoul riesce ad ottenere la Musou Tensei. E questo spalanca alla vista di tutti, più di ogni altra cosa, il livello della profondità dei sentimenti di Raoul. Ryaku lo dice apertamente. Ken e Raoul, stessi sentimenti.
- Rao aveva compreso la strategia di Ken per batterlo, ma è stato al gioco ugualmente per tanti motivi. Perché le persone non cambiano dall'oggi al domani e sebbene avesse scoperto l'amore, sapeva che non sarebbe riuscito a fermarsi e avrebbe continuato a regnare con un pugno di ferro in guanto di ferro. (Pensiero personale: potremmo scorgere questa difficoltà proprio pensando che se si fosse fermato, non avrebbe più avuto bisogno di scontrarsi con Kenshiro). Per orgoglio, il Grande Re non può essere messo alle strette. Per mettere alla prova Ken, per vedere se era veramente degno di prendere le redini del mondo (pensando che poi Ken va subito a rintanarsi da qualche parte con Julia, io qualche dubbio ce l'avrei
Spoiler:
(e non fatico a credere che in realtà l'amore di Raoul era pure superiore a quello di Ken; se non fosse stato abbagliato dalla propria forza Raoh il mondo l'avrebbe salvato direttamente e sul serio perché bene o male (male), aveva cercato di riportare unità e ordine)
... ma dopo tutto quello che ha passato avrei fatto lo stesso). Passatemi, ma pure questa è una forma di amore verso il fratello. Rao ha messo in gioco la vita di Ken, vero... ma pure la sua!
E infine, ma anche questo è un lungo parere personale, per amore verso Julia. Lui amava Julia, ma Julia amava Ken. Se avesse ucciso Ken, Julia, comunque debole, sarebbe ritornata dal mondo dei morti solo per saper che l'uomo che amava era stato ucciso e avrebbe dovuto vivere accanto, praticamente in schiavitù, al suo assassino e tiranno del mondo. Rao non avrebbe mai potuto essere amato dalla donna che amava. Avrebbe avuto vicino una donna prostrata da una sofferenza indicibile. E anche lui ne sarebbe stato annientato.
Io sono sempre più convinto che questo in definitiva è il vero e più forte motivo per cui si è lasciato battere, per regalare a Julia un po' di vita vicino all'uomo che amava veramente.
- Rao mette in guardia Falco dalla malvagità di Jako. Si è reso immediatamente conto che quel livello di malevolenza avrebbe fatto danni enormi (la soluzione non è però né buona, né giusta. Finché uno non fa nefandezze, l'omicidio preventivo è solo un assassinio ingiustificato).
- Rao aveva promesso di liberare l'isola dei demoni. Il mondo di lotte e sopraffazioni dei demoni non è dissimile da quello dei briganti che controllano il territorio sul continente. Solo più organico e marzialmente esasperato. Rao si sarebbe anche scontrato col fratello Kaio se fosse stato necessario a riportare ordine.
- Rao chiede a Ken di far morire Kaio da eroe prima che si copra di malvagità. A parte che è un po' tardino, questo non può proprio definirsi un episodio che mostra il buon cuore di Raoh. Il martirio personale è una cosa, uccidere un altro è completamente diverso. Diciamo che si nota un fondo di buono in una mistura fatta di limiti umani.
- Rao caccia Barran. L'episodio di per se è negativo, ma evidenzia che c'è un conflitto interiore fra l'amore per Ryu e la sua scelta di vita inflessibile. Pensiero mio: In fondo anche Rao era vittima di se stesso, perché non concedeva spazio neppure al proprio amore verso suo figlio che è un riflesso dell'amore verso se stessi. E non poteva farlo perché se avesse lasciato aperto questo spiraglio, l'amore che in lui era fortissimo, ma chiuso da un coperchio pesantissimo, avrebbe rischiato di minare la sua integrità e poi scardinare questo coperchio.

Mi ero fatto una scaletta massimale per stendere questo elenco di punti. Pensavo di cancellarla, ma penso possa essere utile come riepilogativa.
SCALETTA
BURONSON. LA VISIONE DI RAO E' CAMBIATA.
INIZIO SUPERTIRANNO-
POI DURODURO, SPIETATO, MA MENO CATTIVO; SOSTITUIRE L'ANARCHIA E LA BARBARIE INCONTROLLATA CON UN REGNO GLOBALE INFLESSIBILE E RIGIDO SOTTO IL SUO COMANDO. -POSSIBILE SALVATORE SHURA/SALVATORE DELLA PATRIA.- RICHIESTA KEN SALVARE KAIO.

Rileggendo la scaletta, è arrivato il momento di fare una riflessione finale.
LA VISIONE DI RAOH E' CAMBIATA.
Questo è fondamentale. E anche fondamentale è capire che, come dicevo all'inizio, HNK è stato realizzato a braccio e perciò questi punti che di per sé non brillano (neanche un po'), messi insieme in uno sviluppo organico complessivo, avrebbero potuto veramente orientare la visione di Rao da come ci viene presentato a come si rivela poi. Non succede perché sono tutti interventi posticci e si vede che non si legano l'uno con l'altro. Si vede però che vanno tutti nella medesima direzione e anche questo vuol dire qualcosa.

Il Raoh fino al primo scontro compreso con Ken E' un tiranno ASSOLUTO. Non solo per Cassandra e la punizione di Rei e quella di Lin (mancata per fortuna), ma anche per i fatti di Shin, Jagi e Amiba che sono stati ricapitolati in lui. Anche in questo caso si vede l'intervento posticcio. A Buronson è bastato mettere in bocca questa verità con una semplice, corta frasetta a Toki per ottenere questo enorme risultato. Ma anche se tale, non cambia di una virgola che Shin è stato convinto da Jagi. Ma poi si scopre che Jagi e anche Amiba erano nientepopodimeno che pedine che eseguivano gli ordini di Raoul. Quindi quasi tutta la prima parte del manga ha origine dalla malvagità di Raoh. In gran parte con una frasetta. Allora non vale stupirsi se il lavoro procede con lo stesso stile, ma in direzione opposta.

Risulta anche evidente che Buronson e Hara non riescono a dipingere cattivo fino in fondo e fin nel profondo un personaggio maggiore. Alla fine arriva la conversione. Buronson ci ha dipinto, preparato un personaggio tutto male, ma noi vediamo il Raoh supercattivo direttamente solo per pochissimo tempo. Per onestà, lui entra in scena di persona al villaggio di Mamiya e subito c'è il combattimento con Rei, Toki e Ken. Il personaggio di Raoh, che è rimasto a lungo la nemesi per eccellenza, ha visto i semi della conversione, anzi, nel suo caso della rivelazione, presentarsi subito dopo il suo scontro con Ken, il primo. Può non esserci la conversione/rivelazione solo per Raoul? Diversamente dagli altri avversari Raoh compie un processo di rivelazione fin tanto che è vivo e che sarà fondamentale per le sue scelte più importanti. Più o meno inconsapevoli.

C'è un'ultima considerazione da fare: HNK è un manga, un fumetto. Nei fumetti si esagera.
Ma si cerca sempre di essere credibili.
Raoul con l'amore più profondo di chiunque suona, per tanti motivi, che penso di averli esposti qui sopra, un'esagerazione.
Ma io ho voluto mettere insieme tutti i punti che confermano questa verità del manga, visto che tale è, per farla suonare un po' meno incredibile e un po' più credibile. Per la parte che ancora manca bisogna fare uno sforzino e lasciarsi guidare da Buronson, con un po' di ingenuità, nell'impronta che ha voluto dare alla creatura, e parlo di tutto Hokuto no Ken, sua e di Hara.


Questo lavoro mi è costato un mucchio di tempo e quello che so mi farà rosicare è che io ci ho messo un sacco di tempo e di parole, poi arriverà il buon Impe che riassumerà tutto con una frasetta, tipo "appartenenza atipica", che mi farà sentire un alloccone. :angry2:

Non vedo l'ora di leggerla però :D :tore:


:tore2:

Avatar utente
Hokuto.
Utenti Registrati
Utenti Registrati
Messaggi: 492
Iscritto il: 21/12/2010, 20:46

Re: Raoh, l'uomo dal cuore grande come nessun altro. Vero o verosimile?

Messaggioda Hokuto. » 09/12/2015, 19:33

Come ciliegina posso parlare di uno spinnoff, Raoh Gaiden.
E' l'unico gaiden che io sappia si sia evoluto in una miniserie video.
Molto buoni entreambi, ci mostrano l'inizio dell'ascesa di Raoh.

L'autore è stato molto bravo a ricondursi all'immagine di Raoh così come è stata alla fine rivelata in HNK.
Creando una continuità e motivando il comportamento di Raoul.
Il suo regno è cominciato all'insegna del rigore per riportare ordine nel mondo. In questa fase era duro, rigoroso ed esigente, ma non drammaticamente feroce.
Poi avviene un evento che ha portato Raoh a volgersi fortemente verso il male, a impazzire.
Cosi abbiamo il periodo di estrema crudeltà del Re di Hokuto. A guardare nel complessivo, questo suo comportamento per quanto intenso è comunque circoscritto e minoritario rispetto al suo agire precedente e successivo. Il povero Rei è stato l'ultimo maestro ad aver subìto i tre giorni di disperazione e morte.
Una cosa bella di RG è che vertendo specificatamente su Raoul, presenta con continuità la sua evoluzione di uomo guidato da un desiderio fondamentalmente positivo di riportare ordine (sebbene sia mescolato e sotterraneo nel manga originale rispetto alla brama di potere e predominio) e che un determinato momento si incattivisce. In questo modo fornisce un valido supporto a sostegno della rivelazione del forte sentimento interiore di Raoul nel manga classico completando la parabola.

Avatar utente
Impe
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 18545
Iscritto il: 10/08/2005, 11:07

Re: Raoh, l'uomo dal cuore grande come nessun altro. Vero o verosimile?

Messaggioda Impe » 16/12/2015, 1:32

Hokuto. ha scritto:- Rao salva Ken, ufficialmente per usarlo contro Sauzer, ma non poteva non sapere di rischiare un clamoroso autogol sulla lunga distanza. Un gesto di pietà verso un ragazzo che conosce e ama.


Che sia un gesto di pietà non è per nulla scontato. Per me in quella fase è pura strategia.
Concordo sulla distinzione tra un primo e un secondo Raoh, è giustissima.
Il Raoh di Cassandra è una specie di Terminator inarrestabile e senza sentimenti.
Il momento di svolta è lo scontro col fratello Toki, lì inizia un'opera di ridefinizione dei tratti del Grande Re (la scena di lui che salva il piccolo Toki, il modello da imitare, le lacrime ecc.) a cui si aggiunge l'idea "dell'ordine con la forza". Anche quest'ultimo è un elemento che subentra in una seconda fase della storia.
Fino alla fine, Raoh comunque continua ad avere quei momenti di meravigliosa determinazione che lo spingono ad essere implacabile e violento con gli oppositori (Hyui, Shuren, Juza per citarne tre). Questo è un aspetto che mi piace molto: Buronson ha trovato un equilibrio tra il primo spietato Raoh e quello della seconda parte della storia. Il giusto mix di sentimenti e determinazione ossessiva. Sta tutta qui la grandezza di Raoh.


Nella seconda serie, invece, tutto diventa un'eccessiva celebrazione di Raoh... e forse Buronson si fa prendere un po' la mano ( e torniamo al "Raoh si è lasciato sconfiggere").
To escape the world I've got to enjoy that simple dance. And it seemed that everything was on my side...

Avatar utente
Hokuto.
Utenti Registrati
Utenti Registrati
Messaggi: 492
Iscritto il: 21/12/2010, 20:46

Re: Raoh, l'uomo dal cuore grande come nessun altro. Vero o verosimile?

Messaggioda Hokuto. » 17/12/2015, 22:26

Io ho cambiato orientamento sulla faccenda un paio di volte (alla fine sono tornato su quella a me più naturale).
Il Raoh si è ... lo davo alla altissima ammirazione di Ken. Di solito Ken non sbaglia mai, ma nel dialogo con Kaio, a detta di Kaio, è troppo generoso a considerare che lui, Kaio, l'avrebbe potuto battere anche se avesse appreso la divina. Se BuroHara sono possibilisti alle varie interpretazioni, questa potrebbe essere una.


Torna a “199X Deserto Post-Atomico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti