La tecnica del Riflesso Spirituale e la velocità di Ken

Siamo alla fine del ventesimo secolo, il mondo intero è sconvolto dalle esplosioni atomiche, tuttavia la razza umana era sopravvissuta...

Moderatore: Pieshiro

Avatar utente
Hokuto.
Utenti Registrati
Utenti Registrati
Messaggi: 492
Iscritto il: 21/12/2010, 20:46

La tecnica del Riflesso Spirituale e la velocità di Ken

Messaggioda Hokuto. » 19/09/2016, 22:53

Così la chiamano in casa Panini. E' la capacità degli Shinken di comprendere nel profondo la tecnica altrui così da poterla smontare e addirittura replicare.
Vorrei discutere su questa tecnica perché a mio avviso viene spesso vista come un qualcosa di dogmatico, come una capacità che ha Ken e che lavora praticamente in modo automatico e perfetto.
Ho detto Ken e non gli Hokuto Shineken per lo stesso motivo: per molti Ken usa questa tecnica su base costante mentre i fratelli no.
Ecco, io sono in entrambi i casi di parere opposto. Ken è il meno bravo nell'uso di questa tecnica che non è affatto infallibile.

E partiamo a capire la natura del Riflesso Spirituale.
Ken afferma a Shu che gli Shinken possono assimilare la tecnica dell'avversario in appena un combattimento.
http://2.bp.blogspot.com/-3NfgfWG88cw/T ... s0/014.jpg
Concetto riaffermato da Raoul quando sa che Ken è in procinto di affrontare Sauzer per la prima volta:"Ken è capace di capire il Kung fu di un opponente semplicemente osservandolo".
http://2.bp.blogspot.com/-XKqrtLxbWHw/T ... s0/014.jpg
Nell'anime Ken riferisce che può assimilare e replicare anche le tecniche più difficili.

Tutta questa meraviglia, è vera? E' sempre vera?
Comincio col dire che il RS mi sembra sorgere da quello che è il cuore dello spirito dell'Hokuto Shinken. Lo Shinken è una tecnica da campo da battaglia, con moltissimi stili e tecniche per adattarsi a qualunque situazione.
La parola d'ordine è adattarsi. Al campo da battaglia, certo, che nella situazione di affrontare un avversario è costituito anche da questi e dalla sua tecnica, forza, abilità e risorse.
Riuscire a cannibalizzarne la tecnica, che è quello a cui si può arrivare col Riflesso Spirituale è la massima dimostrazione che quella tecnica non ha più segreti e questo ne riduce drasticamente l'efficacia.

E' chiaro che assimilare la tecnica dell'avversario dopo il combattimento o solo con le tecniche più primitive non ha molto senso. Il maestro Shinken può sembrare invincibile se riesce a sgretolare l'avversario, qualsiasi esso sia, entro pochissimi scambi. Conseguentemente il RS deve essere efficace anche contro le tecniche più difficili.

Questa naturalmente è la teoria.

Nella pratica vediamo Gli Shinken superare agevolmente anche avversari molto forti, ma NON sempre.

Perché? Perché a differenza delle altre tecniche, non basta apprendere come eseguirla, e poi con l'esercizio eseguirla sempre meglio. Possedere il Riflesso Spirituale significa essersi allenati a non semplicemente guardare l'avversario, ma a coglierne l'essenza, sua e della sua tecnica.
Ogni volta che uno Shinken incontra un avversario questa sua attitudine sviluppata si attiva. Lavorano il suo istinto, esperienza, intelligenza e intuito contro la tecnica dell'opponente.
Il libro scolastico dello Shinken dice che è sempre efficace, la realtà no! Perché per quanto uno possa allenare la sua percezione, avrà sempre un suo limite -E QUESTO E' IL PRIMO ASPETTO DI CUI BISOGNA ASSOLUTAMENTE TENERE CONTO- e a parole è facile dire "tutte le tecniche" o "anche le più difficili", perché qualcuno potrebbe inventare una tecnica particolarmente complessa, ben oltre il "le più difficili" idealmente indicate da Ken, nei fatti decisamente ostica da capire -E QUESTO E' IL SECONDO ASPETTO.

Conseguentemente viene da sé che una tecnica criptica, a fronte di un RS non superlativo, può superare le capacità di analisi del guerriero Shinken.

Le difficoltà di Ken a capire Falco e Kaio ci dimostrano appunto che il Riflesso Spirituale è una tecnica marziale di efficacia variabile a seconda dei parametri in gioco e anche se in questi casi il Riflesso si è dimostrato insufficiente (poi si è preso comunque la rivincita), negli altri casi è stato grossomodo sempre efficace. Efficacia che deriva dai maestri Shinken che si spremono per questo risultato, non casca dal cielo solo perché appartengono alla Divina scuola di Hokuto.

Ora debbo andare, ma continuerò un altro momento.

Avatar utente
Hokuto.
Utenti Registrati
Utenti Registrati
Messaggi: 492
Iscritto il: 21/12/2010, 20:46

Re: La tecnica del Riflesso Spirituale e la velocità di Ken

Messaggioda Hokuto. » 24/09/2016, 4:12

Sono qui.
Ricapitolando la tecnica del Riflesso degli shinken, è l'abilità sviluppata con l'allenamento di carpire la tecnica altrui. Uno Shinken è degno del titolo di maestro quando eccelle in questa tecnica, uno dei segni distintivi degli Hokuto. In breve uno Shinken è in grado di scoprire a una velocità prodigiosa le carte dell'avversario, conseguentemente è meno suscettibile di sorprese e, doti atletiche permettendo, può prendere le opportune misure e contromisure. La vittoria in tasca non è garantita, ma certamente più vicina.
E ci ricordiamo che non è un potere automatico; dipende dalle capacità del maestro.

Abbiamo Raoul che viene inizialmente sorpreso dalla tecnica di Juza e dal trucco dell'olio. Non riesce a evitare l'attacco e la penetrazione del guerriero nanto nella sua guardia, viene colpito, tuttavia mentre avveniva questo ha carpito alcune caratteristiche della mossa di Juza e ha reagito immediatamente facendo in modo di smorzare la potenza del suo avversario.
Questo è un esempio di applicazione istantanea della tecnica.
Toki va oltre. Vabbè, con avversari di poco conto, ma quelli abbiamo. Toki riesce naturalmente a reagire prima ancora che l'avversario abbia portato a termine i suoi attacchi e glieli ritorce contro, come quando affronta il tizio con le aste di ferro o quando devia il pugno di Raoul nel loro duello mortale.
Nel combattimento Ken Falco, si susseguono varie dichiarazioni, a volte apparentemente contrastanti.
Prima di tutto è bene rendersi conto che molte hanno origine dalla volonta di creare margini di incertezza e quindi di suspance, ma è solo la situazione di partenza, le verità vengono svelate a poco a poco.
Ken sembra penalizzarsi quando si blocca la gamba, in realtà fa questo per capire le basi della tecnica di Falco che altrimenti lo spiazzava sistematicamente. Questo ce lo dice chiaramente Ryaku. E non venitemi a sminuire Ryaku. I lettori, col senno di poi, potranno trovare discutibile Riaku; a me interessa la considerazione, alta, che ha Buronson di lui. Gli ha messo in bocca quelle parole perché in un momento di difficoltà per Ken dovevano suonare come un anticipo della riscossa che rarebbe giunta di lì a poco. Riaku è il suo oracolo.
Si possono fare varie considerazioni. Sulla base di questo combattimento, ma anche su come è andato lo scontro con Kaio e in generale vediamo Ken in difesa che osserva la tecnica altrui e solo successivamente, a volte un paio di colpi dopo, attacca. Questo mi fa pensare che il timing di Ken, e quindi la sua capacità di lettura del nemico non sia allo stesso livello dei fratelli.
Lo scontro con Sauzer in questo senso rappresenta la ciliegina sulla torta. Proprio quando Ken sembrava convinto di saper schivare la tecnica dell'estremo di Nanto, viene ferito gravemente. Ken non ha fatto bene i compiti.
Due premesse per questo scontro: Raoul afferma che forse la forza di Ken è superiore. Nella traduzione inglese è invece "sicuramente". Nel primo caso è comunque un modo per creare suspance, ma anche nel secondo caso c'è comunque la considerazione sul segreto di Sauzer che rimette tutto in discussione.
E al di là del segreto lo stesso Sauzer deride la velocità di Kenshiro affermando che il maestro di Hokuto rispetto a lui è lentissimo (sebbene io veda in quell'occasione dei movimenti di Ken ampi quanto quelli si Sauzer). So che molti prendono per oro colato queste parole di Sauzer e complice l'ulteriore uso, anzi, abuso, del significato di anticipare connesso proprio all'uso della tecnica del Riflesso, ha indotto molti a credere che Kenshiro sia effettivamente più lento e che vinca, almeno idealmente la prima volta, l'avversario, solo grazie all'anticipo. Discarico completamente questa tesi e dirò il perché; beninteso il mio resta un parere personale.

Mi sono accorto che in HNK il significato di anticipare un colpo non indica necessariamente che il colpo lanciato dall'avversario era previsto, quanto piuttosto che il guerriero Shinken è consapevole della rosa delle possibilità dell'avversario e per questo non può essere sorpreso facilmente ed è pronto a contrastare l'attacco. Anche in virtù di una superiorità atletica. Dopo è tutta una questione di riflessi.

C'è la questione della girandola delle traduzioni. Comunque nell'edizione dvisual Rei commenta lo scambio fra Ken e Raoul:"si anticipano a vicenda, tuttavia in uno scontro fra esperti è impossibile prevedere tutte le mosse dell'avversario, le si distingue solo quando il colpo è stato sferrato" NB Raoul ha schivato e Ken ha parato.


Noi sappiamo che Ken ha pareggiato con Raoul, eppure poco prima sarebbe stato sfondato dal pugno del Grande Re. Scusate la ripetizione, Raoul ha detto che Ken è forte più di Sauzer, però quest'ultimo ha dato del lento a Kenshiro. In Hnk solitamente forza e velocità concorrono paralleli. Quindi? Chi ha ragione?

Altra nota: Ken non si accorge del colpo a croce, d'altra parte Sauzer non è in grado di seguire il movimento di Ken che sparisce dal suo campo visivo. Questo mi ricorda Ken contro Han/Ron:"l'hai visto tu il mio pugno?" ribatte Ken. Anche in quella occasione nessuno dei due si era accorto del colpo dell'altro. Solo che in quel caso non si tira in ballo il "trucco" del RS, ma si adibisce il risultato, giustamente, alla sola altissima velocità del combattenti.

Quindi lo scontro.
Dapprima Sauzer balza all'improvviso davanti a Ken, quasi un teletrasporto istantaneo. Subito segue un potente doppio affondo. Ken, è sorpreso, la sua guardia completamente superata, riesce per un soffio a evitare il colpo, poi tenta un affondo "antiRei". Troppo blando per Sauzer.
Il Sacro Impe (huhu) insiste con una serie di affondi. Il primo è ancora al limite per Ken, ma al secondo ken ha recuperato e ha preso le misure all'avversario. Evita con facilità e contrattacca. Sauzer però si sposta e calcia via Ken. Ha preso le misure, si, ma ancora quelle sbagliate!!

Prima di dire che Ken è lento e Sauzer velicissimo, vorrei riflettere sul pugno mancato di Raoul.
Come può Ken essere vivo perché salvato da Rei e poi pareggiare?
Occorre dare un'occhiata più da vicino alla forza di Ken.
A parer mio, se diamo valori numerici alla forza di un guerriero, se il buon Shu, Rei e compagnia meritano un 7, Ken di base è di poco superiore, 8. Lo dico perché è attento quando combatte coi maestri nanto. Ken è superiore, ma non può permettersi distrazioni o leggerezze. Questo è il suo stato naturale di guerriero. E' quello che si è preso il colpo fantasma da Raoul. Sauzer sta a 9 e Raoul a 10.
Grazie all'Hokuto Ken può aumentare il suo livello e competere anche con Raoul. Comunque non è facile tirare a quei livelli, da qui le amnesie: il colpo mancato a Sauzer e calcione preso, colpo a croce preso.
E guarda caso Ken le prende quando attacca. Perché quando si attacca un po' ci si distrae e Ken non si era ancora sufficientemente abituato al livello di Sauzer. Il discorso potrà sembrare poco sensato, ma non è così. Anche Orca ha avuto bisogno di osservare lo scontro Ken Han per riuscire a impadronirsi di un livello di velocità superiore.

Bene, ora abbiamo gli elementi per leggere adeguatamente il duello Ken Sauzer.
Per prima cosa Sauzer spiazza completamente Kenshiro. Si tratta di un attacco a sorpresa per giunta da parte del nanto più forte. Ken resiste, ma suda sette camicie. L'istinto gli fa concentrare immediatamente la sua forza ed evita i primi affondi. E' un passaggio alle marce alte estremamente brusco e non affatto equilibrato, inframmezzato da qualche colpo poco mirato, ma gli salva la vita. L'incalzare di Sauzer non gli permette di recuperare facilmente l'equilibrio tattico. Dopo i primi affondi, il disorganizzato Ken riesce comunque a cogliere le modalità di attacco di Sauzer e contrattacca. Sono in funzione il Riflesso e pure l'aumento di forza di Ken, ma è ancora troppo presto e Sauzer evita e contrattacca a sua volta col calcione.
In teoria ha segnato la sua fine: ora Ken ha recuperato. Sauzer parte per il secondo round, ma Ken gli si fa subito contro. Parte una velocissima scrociata, che Ken non coglie, ma pure Ken si eclissa tanto velocemente da sfuggire allo sguardo di Sauzer per riapparire un istante dopo sorprendendo l'avversario e lo investe con una scarica di pugni. La scrociata dimostra che Ken non si era ancora abituato perfettamente al livello dell'avversario, ma anche Sauzer ha trovato un avversario tanto veloce che non è riuscito a seguirne i movimenti.
Stessa situazione di Ken Han.

Nell'immagine che segue vediamo Ken ferito, ma questa volta in grado di anticipare gli attacchi di Sauzer, questa volta senza eccezioni, e con una certa facilità. Peccato che non è più in condizioni di combattere e soccombe.
E' abbastanze evidente come l'attacco di Sauzer è partito senza alcuna avvisaglia; ho parlato di anticipare con riferimento al fatto che Ken l'ha colto a mezza via e ha reagito istantaneamente. Notare che le braccia di Ken erano lungo il corpo quando il colpo di Sauzer era già bello vicino vicino. Più dimostrazione di velocità di così da parte di Ken non saprei.
Immagine

E Sauzer infatti Elogia la velocità, la precisione e la tecnica di Ken.
Perché i fan non lo facciano per me resta un mistero.

Bye

Avatar utente
Impe
Fondatore
Fondatore
Messaggi: 18545
Iscritto il: 10/08/2005, 11:07

Re: La tecnica del Riflesso Spirituale e la velocità di Ken

Messaggioda Impe » 25/09/2016, 19:42

Bell'approfondimento!
Sul Riflesso Spirituale non c'è nulla da aggiungere a quanto hai scritto, concordo anch'io sul fatto che tale tecnica non sia una semplice arma in dotazione agli Shinken e che, appunto, ognuno sa utilizzarla in maniera più o meno ottimale. Kenshiro è rispetto ai suoi fratelli un guerriero meno "strutturato", e questa costante evoluzione che apprezziamo nel susseguirsi dei capitoli del manga si traduce anche in una diversa attuazione di certe tecniche, un vero r proprio studio dei propri limiti di cui lo scontro con Falco è un esempio straordinario.

L'esempio di Raoh nello scontro con Juza ci sta tutto. Raoh è veloce nel prendere le contromisure però entra in gioco anche il valore dell'avversario: Juza come "overall" non è paragonabile a Souther, che tra l'altro Raoh aveva paura di affrontare.
Ken è il più forte proprio per questo, oltre ai valori umani ha la capacità di mettersi sempre in discussione come guerriero.
Personalmente mai pensato che Ken fosse lento, certamente lo è se confrontato alla supervelocità del Seitei.



Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
To escape the world I've got to enjoy that simple dance. And it seemed that everything was on my side...

Avatar utente
Hokuto.
Utenti Registrati
Utenti Registrati
Messaggi: 492
Iscritto il: 21/12/2010, 20:46

Re: La tecnica del Riflesso Spirituale e la velocità di Ken

Messaggioda Hokuto. » 27/09/2016, 20:05

L'esempio di Raoh nello scontro con Juza ci sta tutto. Raoh è veloce nel prendere le contromisure però entra in gioco anche il valore dell'avversario: Juza come "overall" non è paragonabile a Souther, che tra l'altro Raoh aveva paura di affrontare.


Non capisco questa commistione di cose diverse. Non volevo dire che Raoul è superiore a Ken col sotterfugio della tecnica in questione. (per quello è lo stesso Ken ad affermare che Raoul gli è superiore e ha perso per la motivazione interiore di perdere (le motivazioni sono importantissime, Ken ha le 7 cicatrici proprio per questo), ma se gli autori han detto che hnk è variamente interpretabile, su questo punto lascio perdere).
Anche ammesso che A sia superiore a B, non è detto che non abbia delle lacune che B invece non ha. Se A ha naturalmente formato la sua tecnica intorno a questo limite, è lo stesso efficace, ma con caratteristiche diverse da B.

Mi premeva sviscerarla perché molti pensano che sia una specie di bacchetta magica che peraltro a volte Buronson si "dimentica" di utilizzare quando gli fa comodo.
(Poi la stessa gente mi critica i Cdz proprio perché hanno un analogo potere, ma a senso unico. I Saint si, Spectre e Marine no. Forse i Saint sono più preparati? Forse eh...)
Volevo ricordare e rimarcare che si tratta di una tecnica marziale che dipende dalla bravura dell'utilizzatore.
E conforme al materiale che ho, ho usato anche Raoul e Toki per evidenziare le diverse attitudini e reattività.
Volendo Toki contrattacca anche sugli attacchi di Raoul nel loro scontro clow, ma essendo entrambi Hokuto, mi sembrava poco consono portarlo a esempio.
Nel caso di Ken-Sauzer mi premeva far notare che, sempre a mia avviso comunque, Sauzer appare più veloce unicamente perché Ken parte da un livello combattivo più basso e ci mette un po' e una certa fatica a portarsi ad un livello competitivo di alto profilo analogo, anzi superiore. E intendo l'equiparazione di velocità e riflessi. Tutta una questione fisica. Laddove molti ritengo invece che Ken anticipa, cioè riesce a sapere in anticipo l'attacco di Sauzer e si muove in conseguenza prima o al più contemporaneamente per evitare l'attacco. E chiamano sta roba Ombra Riflettente. La vignetta che ho postato nelle mie intenzioni doveva evidenziare i netti margini operativi fra il Riflesso (qui a riposo) e l'aumento di forza di Ken con la quale vede e schiva e reagisce senza difficoltà. Mi sa che ho inteso male. cof cof.
Come era già successo con Raoul, Kenshiro è ancora tecnicamente immaturo rispetto agli altri doppia o tripla A per vari motivi. Rendiamoci conto che Toki gli fa da mentore e maestro.
Affrontandoli è costretto ad un'accelerazione forzata del livello combattivo portando in superficie la sua forza latente. Non è facile, per questo rischia con Sauzer pur essendosi già sovraccaricato con Raoul. Non aveva ancora metabolizzato quel livello di potenza.

Il paragone Raoul con Juza e Ken con Sauzer non lo capisco. Il problema di lettura veloce di Ken c'è anche con Barran, tanto per dirne uno, che è molto inferiore a Juza. E a Barran lo può (e lo fa) distruggere con una mano sola.
Io ci ho pensato diverse volte. Mi chiedevo a chi si riferisse Kenshiro quando diceva che ha battuto uomini "BEN PIU' FORTI DI LUI-GRAZIE ALLA DIVINA SCUOLA DI HOKUTO". Penso che Ken si metta a confronto col primo impatto che ha con l'avversario. Se questi si dimosta talentuoso e in vantaggio, Ken ritorna su di lui facendo appello alle tecniche Hokuto le quali gli consentono di analizzarlo, smontarlo pezzo a pezzo, surplus di potenza e altri bost della divina. Se non la vedessi così questa frase di Ken mi sarebbe incomprensibile.
In realtà lo fa anche con quelli più deboli, ma con questi è consapevole di giocare, cogli altri non ha scelta.


Una precisazione, anzi due:

Raoul non aveva nessunissima paura di Sauzer. Quando va a vedere i lavori di costruzione della piramide è incazzato nero e sfuria all'idea di non poter maciullare il Sacro Imperatore, e per il segreto, ma soprattutto perché è ancora convalescente. Non paura, ma consapevolezza. Tutta un'altra cosa.
Rendiamoci conto che Ken avrebbe ammazzato quasi subito Sauzer in entrambi gli scontri se non ci fosse stato il segreto.

Raoul che non ha il problema del livello di potenza, stimo non si sarebbe trovato affatto così spiazzato come Ken. Più nella posizione di Falco conto Ken: tanti attacchi a segno, ma nessuno decisivo, e poi a furia di insistere l'avversario un varco lo trova e ti legna.


Torna a “199X Deserto Post-Atomico”



Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti