Login

HokutoDestiny

FacebookTwitterGoogleYoutubeDaRss

Who’s Online?

Abbiamo 1183 visitatori e nessun utente online

Translation

Italian Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Malay Portuguese Spanish

Hokuto

Web News

hara hokutolegacy2


Come promesso, ecco il resoconto integrale di Benoit Spacher, che avuto modo di intervistare il Maestro Tetsuo Hara per il sito amico Hokuto Legacy.


Dopo aver trascorso il pomeriggio a preparare la logistica di una mostra culturale THE ART OF ANIME, ero pronto a consegnare le opere e partecipare all’organizzazione della galleria MANGA SPACE.

Per l'installazione di una mostra di solito ci vogliono due ore, mi sono preso un po’ di margine per essere in tempo per l’incontro con Tetsuo Hara e poter lavorare serenamente con la galleria.
Ecco arrivare la chiamata di un corrispondente del mondo manga, "Hara-san è arrivato". L’orario che il responsabile dell’intervista esclusiva di TV FRANCE JAPON mi aveva dato, era le 19:50 per un’intervista tra le 20:15/20:30, e non un'ora prima.

Anche lui è rimasto sorpreso e mi ha invitato a fare in fretta. Sono saltato su un taxi e sono arrivato davanti al negozio USAGI in cui l'evento ha avuto luogo alle 19:45.
Ho trovato lì il mio corrispondente che mi ha riferito che è stato bloccato dal personale del negozio.
 
Tutt’altro che intimidito da un giapponese di un metro e 70, provo a fare un passo avanti per stringergli la mano e trovo la giornalista di TV FRANCE JAPON con la sua macchina fotografica e la deliziosa responsabile di USAGI che ringrazio infinitamente.

Tetsuo Hara è alle mie spalle, sta chiacchierando con le modelle di una collezione di abbigliamento che è stata presentata in questa occasione. Il Maestro non ha di certo “gli occhi in tasca” e in quei momenti ho rivisto lo stile di donne che piacciono a Masami Suda sul suo profilo Facebook, questi due erano davvero fatti per incontrarsi e lavorare insieme.
 
Dopo aver saputo che è ospitato presso il Mandarin Oriental, dalla stessa bocca dell’autore.
Gli ho spiegato che Thierry Marx, lo chef  del Mandarin, era un appassionato di cultura giapponese e di arti marziali, come ho visto un documentario su ARTE, e che lui potrebbe cercare di parlare di questo durante il suo pranzo.
Mi ha risposto ringraziandomi per l’informazione, cortese come tutti i giapponesi. E’ molto gentile, nonostante la maratona di due giorni che ha affrontato al Japan Expo.
 
Una persona mi chiede se sono il webmaster di Hokuto Legacy, ho semplicemente risposto che io sono il suo umile rappresentante e che il webmaster non poteva muoversi dal suo piatto paese

Hanno cercato di svuotare il negozio e io sono rimasto vicino alla giornalista e alla sua macchina fotografica (per non essere espulso). Era in programma una performance di danza di cui Hara-san, aveva detto il suo interprete “si rompe”. Quindi la video intervista esclusiva viene realizzata all’esterno.

Ammetto che non ho davvero capito perché, è rumoroso e c’erano come minimo 50 persone per questo evento, alcuni delle quali hanno a lungo abusato del bar. Pare che fosse stato organizzato per filmare il negozio per scopi promozionali.
 
Mi mette in controllo e poi sorpresa, vedo il foglio con le domande dei fans di Hokuto che ho mandato ieri. Tetsuo Hara è in maglietta per l'inizio del colloquio con le domande di rito sulla Francia e ospitalità.
A un certo punto ha chiesto al suo agente la giacca (chiede espressamente se la giacca può essere un problema per l'intervista) e in quel momento rivedo lo stereotipo di Tetsuo Hara, quello che vediamo spesso seduto sulla sua sedia di pelle nell’ufficio della North Star Pictures.
 
L'atmosfera è rilassata, è tempo di porre una domanda controversa. Il giornalista ha scelto di parlare del doppiaggio, l'interprete spiega che con il doppiaggio francese, i dialoghi sono stati cambiati per rendere l’opera più comica.

COLPO DI SCENA! Tetsuo Hara risponde che per lui non è un problema, in quanto la scelta di onomatopee era volutamente comica e sono poi divenute un classico della lingua giapponese.
Rendere l’opera comica, significa per lui, fare qualcosa che si avvicina molto allo spirito del manga, così come è stato concepito. Un fan con tono divertito mi dice: "nessuno deve saperlo, questa è la fine del mondo, crolla tutto!"
Il 6 luglio 2013 alle 20:30 Tetsuo Hara ha appena approvato Philippe Oguz.
 
Lo staff giapponese si fa sempre più pressante con me, chiediamo loro di porre ancora due domande. Non sono d'accordo, ma a Tetsuo Hara va bene, si inchinano.
 



Tetsuo Hara finito la sua spiegazione sulle onomatopee e parliamo di esplosioni, apriamo quindi il discorso sulla violenza. Metto l’accento sul fatto che la sua opera più grande è stata vittime di pesanti critiche, ma è comunque un classico della letteratura sulle lotte di successione familiari, al pari di opere come l’Amleto di Shakespeare.
Risposta poco brillante, il suo lavoro era considerato violento e può sembrare violento, ma nel suo lavoro come disegnatore tutto è stato fatto con la massima cura, ecco perché persino un'esplosione è il risultato di  un vero lavoro di precisione e di qualità estetica, una violenza estetica.

Parlando di design, vogliamo chiedere di un seguito della saga dell’ Hokuto Shinken. Il personale giapponese freme.
Il problema è come Hara gestirà il cheratocono, perché una serie di Ken è di solito il frutto di 8/10 anni di lavoro, è ancora giovane per un disegnatore, ma è un carico pesante.
Hara risponde pan per focaccia, senza fraintendere la domanda, che il suo occhio va bene, e che se un seguito si farà, sarà semplicemente qualcosa di più corto, guardando i gesti che fa con le mani, quasi a rappresentare i capitoli di Hokuto no Ken, si tratterà di un seguito corrispondente ad un terzo o ad un quarto dell’opera orginale.
Dobbiamo concludere, quindi gli consegno il dono che si addice a questa ultima domanda.
 
Per questo ragalo, al fine di rispettare tutti i fans, ho optato per un classico bello esteticamente: una penna stilografica Faber-Castell E-Motion Roller nero con finitura coccodrillo su una resina incisa al laser.
Ho aggiunto una cartuccia di ricambio. Davvero un bell’oggetto e con questa finitura coccodrillo e la forma ovale di sigaro, stile yakuza, non dovrebbe lasciare indifferente l'autore.
Insisto sul fatto che questa penna dovrà essere utilizzata per continuare a disegnare grandi storie e nel pacchetto, c'è una piccola busta con il mio contatto per invitarlo a pranzo presso il Treno Blu, il ristorante dove e è stata girato la scena del ristorante dal film Nikita di Luc Besson.
Egli ha ringraziato a lungo i suoi fan per il dono. 
Arriva un grande furgone Mercedes, in cui si precipitano tutti i giapponesi, davanti al furgone appare un piccolo gruppo di fans con oggetti da autografare. L’agente di Hara si fa capire a gesti, dicendo al gruppo di togliersi di mezzo. L’interprete spiega ai ragazzi che è stato imposto ad Hara di non rilasciare dediche ed autografi al di fuori del Japan Expo.

CREDITS:

TV FRANCE JAPON - Journalist : David Zavaglia
( Website : http://tv-france-japon.com/ )
USAGI Concept Store


1 1 1 1 1 Rating 0.00 (0 Votes)

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

WATA Box

Accendi Spegni Suono Emoticon Storia FAQ Kide Chat
:

Soltanto gli utenti registrati possono inviare messaggi, Registrati o Login

Random Images

Dal Forum

Articoli consigliati

Alleati

         hokutonoken-itslam0131 ghostbusters italiagto-the-great-site   hokutolegacy cityhunter.it dinasty-warriors-russian-fansitebeck mongolian chop squad   wigul hokutonogun shoujo-lovelupin

Hokuto Newsletter

Newsletter
  • Hokuto no Ken Official Web Site
  • transparent
  • transparent
  • North Star Pictures

Hokuto no Ken by Tetsuo Hara & Buronson Shueisha - Toei Animation

 2005-2016 HokutoDestiny.com  [Versione 10 online dal 30/01/2015]